Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'industrialeLE RICHIESTE DEGLI IMPRENDITORI ABRUZZESI

LE RICHIESTE DEGLI IMPRENDITORI ABRUZZESI

In occasione dell’incontro del 27 gennaio scorso tra gli industriali ed gli imprenditori abruzzesi presso la sede del Consiglio Regionale, sono state ufficialmente formulate alle forze politiche le richieste delle aziende regionali.

Alla riunione hanno partecipato gli organi direttivi delle Associazioni degli Industriali e dei Costruttori, gli imprenditori, il Presidente del Consiglio Regionale e i Consiglieri, i rappresentanti della Giunta Regionale, i Parlamentari abruzzesi, le segreterie della CISL e della UIL.

Gli impegni richiesti ai rappresentanti politici sono ancora oggi gli stessi, giacché da allora la situazione è rimasta di fatto immutata, e l’Abruzzo rischia il tracollo conseguente all’uscita dall’Obiettivo 1 e ad una eventuale negativa definizione della vicenda degli sgravi.  

Le forze politiche si sono impegnate a promuovere, in sede nazionale e comunitaria, le ragioni dell’Abruzzo secondo i seguenti obiettivi:

1) piena attuazione delle sentenze del TAR e del Consiglio di Stato che hanno annullato, in primo e in secondo grado, il Decreto Mastella nella parte in cui l’Abruzzo risultava escluso dagli sgravi contributivi previsti per le Regioni del Meridione;

2) riconoscimento del diritto agli sgravi per gli anni ’94/’95;

3) concessione di un regime transitorio che consenta un’uscita dolce dall’Obiettivo 1 e, in materia di sgravi, un adeguamento graduale ad un mercato non protetto;

4) formalizzazione della proroga concessa dalla UE per gli impegni e la spesa dei fondi strutturali già stanziati e non investiti;

5) inserimento della Regione Abruzzo nelle aree di cui agli Obiettivi 2 e 5b, nonché nelle possibilità di deroga derivanti dall’applicazione dell’art.92.3.c del Trattato di Roma, con l’opportunità di poter usufruire della provvidenze nazionali e regionali a favore delle aree depresse.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi