Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaL’Aquila, zfu: sbloccati 90 mln

L’Aquila, zfu: sbloccati 90 mln

Il sindaco dell’Aquila Massimo Cialente, dopo il duro attacco al Governo Monti e alle strutture commissariali, è stato contattato telefonicamente dal presidente del Consiglio con il quale ha avuto «un lungo colloquio», mentre oggi è stato contattato dal ministro per la Coesione territoriale Fabrizio Barca, che gli ha riferito dell’approvazione di un emendamento che sblocca fondi per 90 milioni di euro. «A riprova del fatto che far sentire con forza le proprie ragioni serve – ha spiegato Cialente in una nota – giovedì sera ho ricevuto una chiamata dal Presidente Monti al quale ho espresso, in un lungo colloquio, le mie rimostranze e le mie preoccupazioni ormai drammatiche, per l’atteggiamento del Governo e la situazione nella quale versa la ricostruzione aquilana. Ho poi concordato con lui una serie di passaggi per individuare delle soluzioni reali». «Questa mattina – ha aggiunto – ho ricevuto anche la chiamata del ministro Barca che mi ha annunciato, che anche a seguito del colloquio con il Premier di giovedì sera, nel Consiglio dei Ministri di ieri è stato approvato l’emendamento con il quale vengono sbloccati i novanta milioni di euro che avremmo altrimenti perso. Se un sindaco, per difendere l’interesse della propria città alza la voce, non crea inimicizie, ma avvia, come evidente, dei percorsi per trovare soluzioni». «Ribadisco – ha concluso – per l’ennesima e spero ultima volta, che ogni mio atto, ormai da anni, è teso solo a difendere l’interesse della città, dei cittadini e del loro futuro».
Inserita nel decreto approvato ieri dal Consiglio dei Ministri la norma che prevede l’utilizzazione dei 90 milioni relativi alla Zona Franca Urbana dell’Aquila, con le procedure richieste al Governo dopo gli incontri a Bruxelles. Lo annuncia il Vice Presidente vicario del Consiglio regionale Giorgio De Matteis che aggiunge di averne avuta comunicazione ufficiale dal ministro Fabrizio Barca. «Fondi – continua De Matteis – che potranno essere utilizzati, sia su nuove aziende, sia su quelle già esistenti, entro il limite dei 200mila euro. Questo risultato è il frutto dell’azione congiunta con il Presidente Gianni Chiodi, condotta nei confronti del Governo nazionale e dell’Unione europea. Ed è la testimonianza di come un lavoro ben fatto e condotto in silenzio, porti a risultati concreti a vantaggio della città dell’Aquila e del suo tessuto economico, al di là delle sterili polemiche alimentate da qualcuno». «Già dalla prossima settimana concorderemo con i ministeri competenti le modalità di erogazione di questa misura. Mi dispiace per tutti coloro che, per piccoli e miseri calcoli politici, si sarebbero invece aspettati un buco nell’acqua. Così, però – conclude De Matteis -, fortunatamente non è andata».

Print Friendly, PDF & Email