Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaL’Aquila, tasse: niente proroga, al via mobilitazione

L’Aquila, tasse: niente proroga, al via mobilitazione

 

Il sindaco dell’Aquila, Massimo Cialente, ha convocato per domani pomeriggio alle ore 16 una riunione a cui sono state invitate le associazioni di categoria, le organizzazioni sindacali e la Camera di Commercio

al fine di “organizzare la necessaria mobilitazione per protestare contro la decisione del Governo di non prorogare la restituzione delle tasse sospese dopo il terremoto del 6 aprile del 2009. La mobilitazione verra’ organizzata per coinvolgere tutta la citta’”. “La battaglia decisa per il rinvio delle tasse – ha dichiarato Cialente – e’ necessaria per la sopravvivenza stessa dell’economia della citta’. E’ oggettivamente impensabile che il cratere, nel quale nulla e’ stato fatto per avviare la ricostruzione fisica e socioeconomica, possa reggere all’impatto, che sarebbe poi un secondo terremoto”. “La mobilitazione di tutte le coscienze della citta’ – ha concluso il sindaco – e’ la battaglia per il futuro dell’Aquila”. “Promesse, promesse e solo promesse da parte di Chiodi”, ha commentato l’assessore Stefania Pezzopane. “Promesse – ha aggiunto – che avevano l’unico obiettivo di disinnescare la necessaria e giusta mobilitazione degli aquilani”. “Con le categorie produttive, le organizzazioni sindacali, ma anche con i parlamentari, i consiglieri regionali e le amministrazioni dei Comuni del Cratere – ha infine annunciato Pezzopane – sara’ organizzata nelle prossime ore una mobilitazione, affinche’ dalle promesse mancate si passi ai fatti concreti. Nessuno ha dimenticato che c’era stato assicurato un trattamento ‘migliore’ di quello avuto dai cittadini di Umbria, Marche e Molise”.

“Dalle indiscrezioni di oggi sul maxiemendamento si apprende che, ancora una volta, nulla per risolvere il problema delle tasse dei terremotati aquilani.” Ad affermarlo è il deputato aquilano del PD Lolli. “Nessuna proroga per l’avvio della restituzione, nessun intervento sulla percentuale da versare. È ormai chiaro a tutti che le promesse e le rassicurazioni del Commissario Chiodi e di molti esponenti della maggioranza di Governo servivano solo a fermare le proteste dei cittadini che sono state, sino ad ora, l’unico strumento per ottenere le poche vittorie di questi anni Da oggi tutti i cittadini aquilani daranno vita ad una mobilitazione per le difesa dei loro diritti, una mobilitazione unitaria, che non deve vedere alcun atteggiamento di parte perchè gli obiettivi da raggiungere riguardano i diritti e la dignità di ogni cittadino. “

«In barba alle promesse di Chiodi, dei ministri e dei consiglieri regionali di maggioranza, L’Aquila e gli aquilani sono lontanissimi dai pensieri del governo e della destra italiana e ora rischiano un salasso sulle tredicesime con la restituzione delle tasse, piegando ancora di più l’economia cittadina». Lo afferma il segretario regionale del Pd Silvio Paolucci. «Tutti coloro che hanno rassicurato in questi mesi dovrebbero chiedere scusa per non aver fatto il proprio dovere di rappresentare gli aquilani – prosegue Paolucci – ma di essersi fatti portavoce e complici di un governo inaffidabile». «Chiodi ora vada davanti agli aquilani a spiegare cosa è avvenuto» sottolinea Paolucci, «e alzi la voce nei confronti del suo governo, se ne ha il coraggio e se ha a cuore davvero la sopravvivenza economica di questo territorio. Noi come Partito democratico, unici ad essere vigili fin dalla prima ora, ci mobilitiamo ad ogni livello affinchè agli aquilani venga riconosciuto il diritto di ricostruire la propria città con regole certe, trasparenza, onestà e con gli stessi diritti di altri cittadini italiani colpiti dai terremoti».

«Sul problema dello slittamento del pagamento delle tasse all’interno della cosiddetta area del cratere sismico in Abruzzo è necessario un rapido incontro con i parlamentari abruzzesi di entrambi gli schieramenti, che sarà mia premura organizzare, per valutare un’azione comune sulla questione in vista della Legge di stabilità prossima alla discussione». Lo afferma il Coordinatore abruzzese del Pdl, Filippo Piccone. «Tale iniziativa – aggiunge Piccone – è opportuna dopo un’attenta analisi fatta questa mattina con il Commissario di Governo alla ricostruzione e presidente della Regione Abruzzo, Gianni Chiodi».

Print Friendly, PDF & Email

Condividi