Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaL’Aquila, Sanità: Consiglio vota per commissione speciale

L’Aquila, Sanità: Consiglio vota per commissione speciale

Con 34 voti favorevoli ed uno contrario (del consigliere de La Destra, Luigi D’Eramo), il consiglio comunale dell’Aquila, riunito nell’ospedale regionale San Salvatore, ha approvato un ordine del giorno in cui sottolinea l’esigenza di “una commissione speciale sanità,

 

 i cui componenti siano rappresentativi dell’intero consiglio, che affianchi il sindaco nell’affrontare i problemi legati al comparto sanitario”.
Con l’adozione dell’atto, inoltre, il consiglio prende posizione “contro ogni ipotesi di smantellamento e delocalizzazione di unità operative dell’ospedale San Salvatore”. Il documento si sofferma, in particolare, sulle ipotesi di smantellamento di unità operative del nosocomio aquilano e sul trasferimento di specializzazioni universitarie negli ospedali della provincia di Teramo, oltre che sulla cartolarizzazione dell’ex complesso sanitario di Collemaggio e sui destini della casa di cura Sanatrix.
“La seduta odierna – ha spiegato il presidente del consiglio comunale Carlo Benedetti – ha voluto costituire solo la solenne approvazione, nel luogo più significativo possibile, del documento condiviso dal’intero consiglio, dopo la discussione nella seduta dello scorso 14 febbraio e quelle successive nell’ambito della commissione consiliare Politiche sociali e delle due conferenze dei capigruppo tenutesi sull’argomento”.

L’Aquila: 47mln per assicurazione ospedale in Consiglio Comunale a due anni dal sisma
“Il consiglio comunale straordinario sulla sanità, che si è concluso tra l’altro in tempi brevissimi con l’approvazione di un documento bipartisan, già preconfezionato, è un’iniziativa tardiva, che non scioglie il nodo sul futuro della sanità aquilana”. E’ quanto afferma il segretario regionale Cisl, Gianfranco Giorgi. “Gli argomenti all’ordine del giorno, in particolare i 47 milioni di euro dell’assicurazione stipulata sul San Salvatore, sono problemi di vecchia data, denunciati dal sindacato più di un anno fa, che il consiglio comunale affronta solo oggi, a due anni di distanza dal sisma. La vertenza sanità e le problematiche della Asl aquilana, anche in relazione ai rapporti con l’Università, vanno affrontate nelle sedi istituzionali opportune, quale la Conferenza dei sindaci, che si riunirà giovedì prossimo. L’intervento della Regione sul tavolo di trattativa è indispensabile”, dice Giorgi, “per impostare un programma di potenziamento del San Salvatore, che deve restare ospedale di riferimento regionale. La votazione di un ordine del giorno, seppure condiviso dalla maggioranza delle forze politiche, non sposta l’ago della bilancia della discussione. Auspichiamo un immediato tavolo di confronto tra Regione, Asl e Università dell’Aquila, per chiarire tutti gli aspetti relativi al futuro assetto della nostra Asl e dell’ospedale San Salvatore”.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi