Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaL’Aquila, Salone Ricostruzione, Zoccatelli presidente GBC: linee guida di eccellenza se volete che il sisma sia un’opportunità

L’Aquila, Salone Ricostruzione, Zoccatelli presidente GBC: linee guida di eccellenza se volete che il sisma sia un’opportunità

Come si garantisce la qualità di una ricostruzione? seguendo un protocollo di eccellenza certificata che coinvolga la fase di progettazione, di costruzione e di gestione di edifici e quartieri
Dove vuole andare L’Aquila? A chiederlo è Mario Zoccatelli, presidente del GBC (Green Building Council) Italia, organizzazione no-profit impegnata sui temi dell’edilizia sostenibile, in Italia dal 2008, che dal 24 maggio prossimo parteciperà al Salone della Ricostruzione dell’Aquila (il 26 con un convegno alle ore 17,30 Green Building: tra innovazione e opportunità di mercato).

Dopo il terremoto, il governo ha dato visibilità internazionale alla città e alla sua tragedia, ora L’Aquila è chiamata a una scelta cruciale: vuole diventare un laboratorio di eccellenza e trasformare quella sciagura in opportunità? Allora deve fare una scelta di qualità. Deve pretendere che la ricostruzione promuova linee guida di eccellenza in termini di progettazione, costruzione e gestione degli edifici, e che questa eccellenza venga certificata, che segua un protocollo che ne garantisca la qualità e soprattutto permetta di verificarla, di controllarla.
 
Ma come si fa a controllare la qualità di una costruzione o di una ristrutturazione?
E’ questo il punto. Bisogna trovare un linguaggio comune. E questo linguaggio esiste, è già parlato in tutto il mondo, ed è il linguaggio dei sistemi di certificazione. Noi siamo partiti dal modello americano seguito dal Green Building Council, il LEED® (Leadership in Energy and Environmental Design), e lo abbiamo importato in Italia, adattandolo all’ambiente e ai diversi parametri che questo richiede. I sistemi di certificazione invitano a essere bravi e lo certificano. Invitano a scegliere l’eccellenza. LEED rappresenta oggi la qualità più elevata che è in Italia nel settore dell’edilizia pubblica e privata. Sistemi di certificazione come il nostro servono a VALORIZZARE la filiera dell’edilizia. Oggi in Italia questo settore rappresenta nel suo insieme qualcosa come il 10 o il 20% del PIL. Ma se vuole essere competitivo, deve poter dialogare col resto del mondo, parlare lo stesso linguaggio e farsi capire. A questo servono i sistemi di certificazione. Non basta tenere i conti in ordine per superare la crisi, bisogna affrontare i mercati e salvaguardare la produzione. Il mondo lavora già da tempo sull’edilizia eco-sostenibile e per stare al passo con loro e quindi affrontare il mercato in modo CREDIBILE dobbiamo operare seguendo parametri che vanno ben oltre la normativa nazionale o locale. Dobbiamo parlare la loro stessa lingua, seguire parametri condivisi.
 
Bisogna essere soci del GBC per ottenere la certificazione?
Non è necessario. Chiunque può chiedere la certificazione LEED e ottenerla se è in regola con i parametri. Allo stesso modo, indipendentemente dal LEED, tecnici e imprese del settore possono associarsi al GBC in qualsiasi momento. Essere soci vuol dire fare parte di una COMMUNITY di professionisti e aziende, coi quali si ha la possibilità di CONFRONTARSI, un’opportunità rara ed estremamente preziosa di scambiare conoscenza e stabilire relazioni che fanno crescere. Riunirsi e lavorare volontariamente insieme come facciamo in GBC è un’esperienza fondamentale, in cui si guadagna conoscenza, visione e quindi mercato.

Print Friendly, PDF & Email