Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaL’Aquila, Salone Ricostruzione, Santilli – CCIAA: attiviamoci per i 90 mln  alle imprese

L’Aquila, Salone Ricostruzione, Santilli – CCIAA: attiviamoci per i 90 mln  alle imprese

Per il secondo anno consecutivo, la Camera di Commercio dell’Aquila ha dato il proprio patrocinio al Salone della Ricostruzione.
Il nostro auspicio è che il Salone diventi un appuntamento fisso e che continui a crescere. E’ una vetrina importante della città e del momento che sta vivendo. Qui la filiera dell’edilizia si incontra e ha l’occasione di crescere. Alla prima edizione espositori e visitatori hanno partecipato in massa e siamo sicuri che quest’anno sarà lo stesso. L’evento si sta consolidando, come dimostra il collegamento al SAIE di Bologna, e la prospettiva è quella di un’apertura internazionale che porterebbe grande giovamento alla città e visibilità alle imprese locali. Nel Salone ci si incontra e si stabiliscono contatti e relazioni che possono essere importanti per le prospettive di crescita di un’impresa locale. E’ un’opportunità non solo per le aziende del settore, ma anche per gli altri operatori economici. Penso al settore del turismo, per esempio, che può trarre grandi vantaggi da un evento come questo.

La situazione delle imprese nel paese e nel territorio è drammatica. Quali strumenti possono davvero aiutare la crescita?
Più attenzione alle imprese. Lo chiediamo ai governi locali e a quello nazionale. Abbiamo bisogno di interventi urgenti ed efficaci in almeno tre ambiti: semplificazione burocratica, abbassamento del carico fiscale, possibilità di intraprendere investendo. Lo ripetiamo da così tanto tempo che ormai sembra un mantra giaculatorio, ma adesso questi provvedimenti non sono più rinviabili. In particolare all’Aquila, ora che le elezioni sono state fatte, è necessario che si riattivi immediatamente l’azione del governo sui 90 milioni destinati alle imprese del cratere che sono fermi ormai da troppo tempo nonostante le promesse.

Che cosa è emerso dall’incontro coi costruttori che avete avuto oggi, agli Stati Generali dell’ANCE tenutisi a ridosso dell’apertura al pubblico del Salone della Ricostruzione?
L’incontro è stato un’occasione importante, dalla quale sono emersi importanti elementi di riflessione che dovrebbero indurre ad agire subito con solerzia ed efficacia: tutto il settore, la filiera dell’edilizia, è in crisi nonostante il momento che sulla carta dovrebbe favorirlo. C’è un pezzo di mondo produttivo che sta soffrendo, su tutto il territorio, a causa di una ricostruzione che appare bloccata ai nastri di partenza. Bisogna accelerare l’iter di approvazione dei progetti e dei piani di ricostruzione, non solo per i cittadini, che hanno il diritto di rientrare nelle loro case, ma anche per le imprese. Solo rimettendo in moto la ricostruzione avremo una reale ripresa dell’occupazione e concrete prospettive di sviluppo e crescita per le aziende e il territorio.

Print Friendly, PDF & Email