Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaL’Aquila, Salone Ricostruzione: Borghetti – Effegibi: stare in casa in attesa che torni la Città

L’Aquila, Salone Ricostruzione: Borghetti – Effegibi: stare in casa in attesa che torni la Città

Un Hammam in casa non è più roba da ricchi o da privilegiati, perché l’innovazione tecnologica rende accessibile quello che ieri era impensabile: quanti ebbero la possibilità di acquistare una lavatrice o una macchina da cucire appena queste furono sul mercato? Ebbene, in questi ultimi venti anni le aziende specializzate hanno avuto tutto il tempo per mettere a punto prodotti alla portata di tutti, e acquisire così una quota di mercato decisamente più ampia e appetibile di quella dei soli centri benessere.

Marco Borghetti,  Direttore Generale di Effegibi, vuole coccolare gli Aquilani: con il Progetto Hammam, Effegibi offre la possibilità di progettare il proprio bagno turco personalizzato, provvedendo alla progettazione e alla fornitura dei materiali necessari per la sua costruzione: basta un generatore di vapore e una porta opportunamente costruita, per realizzare un bagno turco in muratura inserito in maniera armonica in qualsiasi ambiente. Ovviamente questa soluzione si dimostra più agevole in fase di costruzione o ristrutturazione, ed è per questo che la proponiamo all’Aquila.

Avete previsto soluzioni particolari per una città che ha bisogno di procedere in tempi strettissimi al recupero delle proprie abitazioni?

Mettiamo a disposizione in forma gratuita e in tempi brevissimi tutta l’esperienza del nostro ufficio tecnico: in un paio di giorni realizziamo un progetto di esecuzione che libera i clienti da qualsiasi difficoltà su come disporre l’impiantistica necessaria. Credo che gli Aquilani, penalizzati da un quotidiano ormai degradato dalla scomparsa di qualsiasi punto di riferimento, abbiano necessariamente riscoperto il piacere di trascorrere più tempo in casa, motivo che ci ha spinto a creare proposte di Emotional Style sempre più intriganti e innovative.

Del resto, stare in casa è un trend ormai nazionale, date le ristrettezze di una crisi sempre più stringente. Anche per questo il lusso non è più un concetto che coincide con lo status, bensì con la serenità, con la percezione della propria intimità come momento essenziale della vita: il bagno oggi è un dove nel quale siamo tutti più al sicuro, uguali nel bisogno di riempirci di sensazioni appaganti.

Vuole dire che gli Aquilani farebbero bene a chiudersi in bagno?

Battuta simpatica, per sdrammatizzare va bene…

Volevo dire che le ultime tendenze della stanza da bagno tendono a  trasformare questo ambiente in un piccolo centro welness. L’idromassaggio, la sauna o il bagno turco sono usciti dal loro alloggio tradizionale, per sistemarsi in qualunque altra zona della casa: un design accurato li mimetizza rendendoli sofisticati, ma semplici pezzi di arredo. La progettazione più avanzata, invece, riuscendo a riprodurre i benefici degli elementi naturali (acqua, vapore, luce, colori e suoni), si rivolge ad un pubblico che vuole ritagliarsi delle aree relax nelle quali ritrovarsi da solo o in intima compagnia, con gli amici più cari o per serate insolite.

Nei nuovi orientamenti, infatti, il bagno è un vero e proprio spazio architettonico ed emozionale, pensato non più con una funzione sua propria, ma come continuazione della casa, alla stregua di un divano o di un letto. Un’evoluzione concettuale effetto di mode, stili, contaminazioni, che ha stratificato, arricchendoli, tutti i trend storici e gli studi sui materiali, la progettazione, la tecnologia. Un sapere, in una parola, che ha portato ad orizzonto imprevedibili fino a qualche anno fa, sia per gli utenti (i clienti), che per le aziende (rivenditori e fabbriche).

Insomma, buon Hammam a tutti!

Perché no, i tempi sono cambiati. Se prima si risparmiava tutto per un mese al mare oggi ci si orienta verso soluzioni più a portata di mano. Il design essenziale, i materiali impiegati e i colori scelti fanno di una sauna un prodotto destinato ad inserirsi con armonia in molti ambienti della casa, anche fuori dal bagno. In camera da letto, nello studio, in taverna, in corridoio e, perché no, in un angolo del soggiorno. Un “mobile” elegante, in rovere e abachi, offre pause di benessere a casa propria: basta inserire una presa elettrica!

Print Friendly, PDF & Email