Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaL’Aquila, ricostruzione case popolari: Provveditorato bacchetta Ater

L’Aquila, ricostruzione case popolari: Provveditorato bacchetta Ater

Il provveditorato alle Opere pubbilche è in attesa dei progetti che l’Ater deve fornire per la riparazione degli immobili di edilizia residenziale popolare classificzati E dopo il terremoto.
E’ questa la siegazione che arriva dal provveditorato interregionale Opere pubbliche Lazio, Abruzzo e Sardegna in risposta alle sollecitazioni giunte dal movimento degli inquilini delle case Ater “Mia Casa”, il cui portavoce, Pio Rapagnà, ha recentemente scritto al ministro per la Coesione territorialeFabrizio Barca per fare chiarezza sui ritardi che caratterizzano la riparazione delle case popolari gravemente danneggiate a seguito del sisma del 6 aprile 2009.
Come spiega il provveditore Donato Carlea “il Provveditorato alle Opere pubbliche è chiamato a indire la gara d’appalto solo dopo aver ricevuto i progetti esecutivi degli interventi”.
Progetti esecutivi che, stando ad un accordo del 2009, devono essere predisposti dall’Azienda per l’edilizia residenziale.
“Il Provveditorato resta in attesa di ricevere dall’Ater i progetti relativi e finora, nonostante i solleciti, non ne ha ricevuto nemmeno uno” scrive Carlea.
LA NOTA COMPLETA

“Il Provveditorato alle Opere pubbliche, nella sua sede coordinata dell’Aquila, – dichiara Carlea – ha sottoscritto con l’Ater dell’Aquila il 30 novembre 2009 un atto di intesa, con il quale è stato concordato l’intervento del Provveditorato in qualità di soggetto attuatore degli interventi di ricostruzione o di riparazione degli immobili di edilizia residenziale pubblica, di categoria sismica ‘E’, di proprietà della stessa Azienda; inoltre, con una ulteriore intesa è stato stabilito che  l’Ater provveda autonomamente alla realizzazione di una parte degli interventi previsti nell’originario programma”.
“Inoltre – chiarisce il Provveditore – è doveroso precisare che l’atto di intesa, sottoscritto il 30.11.2009, prevede che la fase progettuale degli interventi resti comunque di competenza della stessa Ater e l’Ufficio che dirigo è quindi titolato ad intervenire per l’indizione della gara d’appalto solo dopo aver ricevuto i progetti esecutivi degli interventi”.
A conclusione, ricorda Donato Carlea: ” Il Provveditorato resta in attesa di ricevere dall’Ater i progetti relativi e finora, nonostante i solleciti, non ne ha ricevuto nemmeno uno.   Non risultano invece accordi tra Provveditorato e Comune dell’Aquila per gli alloggi di edilizia residenziale pubblica di proprietà comunale”.
Da Abruzzoweb

Print Friendly, PDF & Email