Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaL’Aquila. Ricostruzione, Ance: attività langue per mancanza di direzione del Mibact

L’Aquila. Ricostruzione, Ance: attività langue per mancanza di direzione del Mibact

“Suona inopportuna oggi l’enfasi delle dichiarazioni del ministro Dario Franceschini che durante la sua visita del marzo scorso nel cratere sismico lancio’ l’operazione ‘L’Aquila viva, una struttura ministeriale speciale per consentire la rinascita della citta’ in 5 anni e la sua restituzione al mondo'”. Cosi’, in una nota, il comitato di presidenza dell’Ance (associazione nazionale costruttori edili) Abruzzo. “Oggi non solo la ricostruzione risente gravemente della lentezza con cui si sta affrontando la riforma delle direzioni regionali per i Beni Culturali e Paesaggistici d’Abruzzo, ma anche l’attivita’ ordinaria delle altre sedi della regione langue per la mancanza di una direzione stabile e con pieni poteri”, si legge nella nota. “Per questo il Comitato di presidenza di Ance Abruzzo, presieduto da Enrico Ricci, dopo essersi riunito su queste ed altre emergenze, in una lettera ufficiale sollecita il ministro a voler definire al piu’ presto la questione, dopo un anno di insostenibile impasse che sta arrecando notevole danno alle imprese di tutta la regione e oltre, all’intera filiera ed alle maestranze: gravi ritardi nei pagamenti dei lavori eseguiti, il totale blocco delle procedure per l’avvio degli interventi appaltati e programmati per il 2014 ed il 2015, nonche’ la mancata programmazione delle annualita’ successive. Per l’Ance “a rendere ancora piu’ assurda ed intollerabile la situazione e’ la piena disponibilita’ risorse economiche che consentirebbero di avviare immediatamente interventi per decine di milioni di euro. Nel contesto dei fondi bloccati ed a rischio disimpegno, ci sono anche quelli provenienti dai paesi stranieri che hanno generosamente adottato alcuni monumenti e che assistono increduli alla difficolta’ di erogarli e di completare i lavori. Altri appelli ufficiali al ministro e alle autorita’ preposte sono rimasti inascoltati e senza risposta. Non saranno tollerati altri ritardi – ammonisce il Comitato di presidenza dell’Ance Abruzzo -. E’ tempo di rispondere all’emergenza con risposte concrete e definitive”.

Print Friendly, PDF & Email