Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaL’Aquila, rettore a Barca: “risolvere questione trasporto pubblico studenti”

L’Aquila, rettore a Barca: “risolvere questione trasporto pubblico studenti”

“Ho chiesto al Ministro Barca di risolvere urgentemente un problema che riguarda migliaia di studenti universitari fuori-sede e che rischia di compromettere, se non risolto, il futuro stesso di tutto l’Ateneo aquilano”. Il Rettore dell’Universita’ dell’Aquila prof. Ferdinando di Orio ha scritto al Ministro per la Coesione territoriale Fabrizio Barca per chiedere con urgenza l’attivazione anche per quest’anno accademico del servizio di trasporto gratuito dedicato per gli studenti dell’Universita’ dell’Aquila. “Gia’ in precedenza avevo scritto al Ministro – continua il Rettore – per richiamare la straordinaria importanza che ha avuto questo servizio per gli studenti, che hanno potuto continuare a frequentare l’Universita’ dell’Aquila e che hanno trovato un motivo in piu’ per scegliere la nostra Universita’, contribuendo alla ripresa dell’intero territorio aquilano”. “I termini amministrativi delle questione sono stati ben chiariti dall’Assessore regionale ai Trasporti Morra e dalla Direttrice regionale Mannetti, che ho ringraziato per l’attenzione dimostrata nei nostri confronti. Le risorse gia’ stanziate negli anni precedenti, sono sufficienti per garantire il servizio anche per questo anno accademico. Spetta ora al Ministro dare una risposta”. “Gli stessi studenti, esasperati dalla mancanza di risposte da parte del Governo – rileva il Rettore – hanno giustamente fatto sentire la loro voce in questi giorni, denunciando una situazione insostenibile per gran parte di loro, dal momento che non riescono a reperire alloggi in citta’ a prezzi accessibili”. “Forse – afferma Di Orio – e’ arrivato il momento di smetterla con le dichiarazioni di principio in convegni pubblici sull’importanza dell’Universita’ per la citta’ dell’Aquila, e mettere in atto finalmente azioni concrete che si muovano realmente in questa prospettiva. A partire proprio dalla soluzione dei problemi degli studenti, senza i quali nessuna Universita’ avrebbe ragione di esistere. Si continuano invece a perseguire iniziative destinate a pochi, come il Gran Sasso Science Institute” – conclude il Rettore di Orio – che sottraggono risorse al sistema e che corrispondono solo ai desideri e agli interessi autoreferenziali di una elite del tutto avulsa dal contesto territoriale”.

Print Friendly, PDF & Email