Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaL’Aquila. Fusione delle Camere di Commercio, credito, imprese: Lorenzo Santilli si racconta

L’Aquila. Fusione delle Camere di Commercio, credito, imprese: Lorenzo Santilli si racconta

“Ho assunto la guida della Camera di commercio dell’Aquila a febbraio 2011, dopo due anni di vice presidenza.
Un’esperienza affascinante, interessante ed estremamente positiva, considerando anche il difficile momento che ha vissuto
e che continua a vivere la nostra provincia, dopo il sisma del 2009. Ho potuto constatare, in questa occasione, il grande valore solidaristico del sistema camerale italiano che non si esprime come episodio sporadico legato alla singola emergenza, ma come metodo consolidato di una quotidianità d’azione che si traduce in aiuti, sostegno e condivisione nei confronti delle imprese
del nostro Paese e dei territori in difficoltà.” A raccontarsi ad Appunti, la newsletter del Consorzio Camerale per il credito e la finanza, è Lorenzo Santilli, presidente della Camera di Commercio dell’Aquila: una intervista a 360 gradi di cui vi riportiamo uno stralcio.

“Da circa un anno sono stato chiamato alla presidenza dell’Unioncamere regionale trovandomi di fronte il delicato passaggio della Riforma del sistema camerale. E proprio Uniocamere ha rappresentato l’alveo dove ha preso forma, congiuntamente, il progetto di
autoriforma del sistema delle Camere di commercio abruzzesi. Lo abbiamo elaborato, limato, condiviso, approvandolo dapprima come singole Camere, poi in sede regionale per, poi, sottoporlo, all’attenzione della Regione, che lo ha validato con gli atti pubblici
necessari. Un progetto di riforma da cui viene fuori una geografia differente del sistema camerale d’Abruzzo, che si avvarrà di due sole Camere di commercio, contro le quattro attuali, dimensionate su circa 75mila imprese ciascuna.”

CREDITO
La Camera di commercio ha un regolamento- tipo relativo all’accesso ai contributi tramite gli Organismi di garanzia fidi, contributi erogati a fondo rischi. A fronte di tale regolamento, l’ente ha adottato diversi bandi. In particolare, dopo il sisma del 2009, sono stati messi in campo due bandi “straordinari” a valere del Fondo di solidarietà stanziato da Unioncamere, oltre all’adozione di due
bandi ordinari per l’erogazione delle somme stanziate annualmente nel bilancio camerale in favore degli
Organismi fidi.

CONTRIBUTI
Tra gli interventi adottati in favore delle piccole e medie imprese e degli enti della provincia dell’Aquila vale la pena citare il bando per la videosorveglianza: un regime di aiuti per contribuire all’acquisto e all’installazione di sistemi di video allarme e sorveglianza, il bando per il marketing urbano, rivolto ai comuni della provincia dell’Aquila, collegato alla promozione turistica dei territori e alla valorizzazione delle aree urbane anche in chiave strettamente commerciale, con particolare attenzione alle aree montane
interne; il bando e-commerce, nell’ambito del progetto sull’accordo MiSe-UC 2012 denominato Idea. Ma sono molte le iniziative realizzate dalla Camera di commercio sul territorio provinciale, a tutela e valorizzazione delle tipicità locali: gestione e promozione dello Zafferano DOP dell’Aquila, avvio del processo di riconoscimento del Marchio collettivo geografico al tartufo della provincia
dell’Aquila, promozione del territorio nei settori dell’artigianato, del commercio, del turismo e dell’agricoltura, come il Salone
dei prodotti tipici dei Parchi, il Salone della ricostruzione, Magie del Fare, Terre d’Amore, la valorizzazione della lana
aquilana. Abbiamo, inoltre, avviato il percorso per l’attribuzione del Marchio ospitalità italiana alle imprese turistiche e
ricettive “fuori cratere”, e il Laboratorio di governance e confronto per la progettualità per raccogliere idee ed
elaborare strategie per lo sviluppo del tessuto economico e imprenditoriale locale.

Print Friendly, PDF & Email