Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaL’Aquila: Edimo si espande,11mln per nuovi uffici

L’Aquila: Edimo si espande,11mln per nuovi uffici

Una palazzina uffici avveniristica di circa 8.500 metri quadrati con un investimento complessivo, già stanziato, di circa 11 milioni di euro, da inaugurare entro il 2013; il tutto per concentrare in un’unica sede centrale tutte le attività manageriali, intellettuali e amministrative di ogni azienda per favorire un’ulteriore azione propulsiva sia nazionale che internazionale con conseguente previsione di un incremento di occupazione.

È questo il nuovo progetto di sviluppo varato e attivato dal Gruppo Edimo nell’insediamento produttivo in località Varranoni, nel comune di Poggio Picenze (L’Aquila).

I lavori sono iniziati e procedono in maniera spedita. Realizzata con modalità innovative e in classe energetica “A”, la struttura sorgerà all’interno del sito che già oggi ospita il cuore operativo e pulsante delle imprese che fanno capo alla famiglia Taddei, la quale ha voluto mantenere forte il legame con la terra d’origine, localizzando appunto il proprio insediamento nel nucleo industriale di Poggio Picenze.

Il progetto rientra nell’ambito del Piano di sviluppo industriale promosso dalla Provincia dell’Aquila e dai Comuni di Barisciano, Fossa, Poggio Picenze, San Demetrio ne’ Vestini e Sant’Eusanio Forconese che punta allo sviluppo dell’area attraverso la realizzazione di nuove infrastrutture e la creazione di nuove opportunità lavorative.

Un piano che nell’ultima seduta del Consiglio regionale ha ricevuto il via libera e si appresta a ottenere il definitivo nulla osta dall’amministrazione provinciale.

Nell’edificio, di sette piani, sono previsti tra le altre cose, una sala conferenze da 500 posti, uno spazio per il culto e uno riservato alla piscina e alla ricreazione; un piano sarà dedicato al settore estero e servirà da “torre di controllo” per monitorare e coadiuvare lo svolgimento dei cantieri internazionali e lo sviluppo delle diverse iniziative in cui il Gruppo Edimo è impegnato, per esempio nei territori dell’est Europa e dell’Africa.

I vertici di Edimo hanno pensato il progetto per assicurare le migliori condizioni di lavoro per i dipendenti. Il Gruppo dà lavoro a oltre 600 persone ed è specializzato nella grandi realizzazioni chiavi in mano.

Il progetto della palazzina uffici, come tutto l’insediamento realizzati finora, avviene senza ricorso a finanziamenti statali o europei, ma semplicemente con le somme frutto del duro lavoro quotidiano di tutti gli uomini e donne che hanno contribuito e che continuano a contribuire all’affermazione del marchio Edimo in Italia e nel mondo.

In un momento molto difficile per la crisi economica globale, la palazzina uffici rappresenta l’ennesimo investimento nel più ampio piano di sviluppo del Gruppo Edimo nell’insediamento del nucleo industriale di Poggio Picenze, dove finora sono stati investiti circa 50 milioni di euro.

Significativo il pensiero del presidente della holding, Carlo Taddei: “È chiaro che la crisi, seppur indirettamente, ha interessato la nostra realtà, visto che dobbiamo far fronte quotidianamente ai ritardi con cui i committenti pubblici e privati procedono al pagamento dei lavori eseguiti – afferma – Questa situazione, però, non ci piegherà e soprattutto non rallenterà i nostri investimenti anche in virtù del piano di sviluppo aziendale e delle numerose commesse che abbiamo in programma per l’Italia e l’estero. Non abbiamo tempo da perdere e non abbiamo la minima intenzione di ridurre le nostre ambizioni”.

Il progetto è stato pensato e curato direttamente dal patron Carlo Taddei ed è stato redatto e integrato da un gruppo di professionisti a carattere interdisciplinare costituito dall’ingegner Wolfango Millimaggi, l’architetto Sandro Annibali, l’ingegner Massimo Franchi, l’ingegner Attilio Di Cristinzi, il perito industriale Gianluigi Santeusanio e l’ingegner Marco Santangelo.

È stato concepito secondo il principio di un contenitore tecnologico che lasci intravedere, attraverso la trasparenza della facciata continua in vetro a bassa emissività, la complessità lavorativa attinente il Gruppo Edimo, una holding che racchiude in sé tutte le competenze necessarie collegate al campo dell’edilizia, dell’urbanistica e dello sviluppo territoriale, oltre al know-how tecnologico inerente la produzione e la fornitura.

L’edificio è comunque integrato nell’ambiente circostante attraverso accorgimenti legati all’uso del vetro e dei rivestimenti di facciata in modo da mantenere anche l’impatto ambientale. Realizzate con moderne tecniche antisismiche, le strutture saranno completate seguendo una metodica tecnologicamente avanzata sia per quanto riguarda la porzione risolta in calcestruzzo armato prefabbricato, basata sull’utilizzo della tecnica dei “nodi in umido”, sia per la porzione realizzata in carpenteria metallica, da sempre la punta di diamante delle produzioni Edimo.

La sede è realizzata con prodotti e materiali di altissima qualità e all’avanguardia, che conterrà tecnologie avanzate e impianti a elevato contenuto tecnologico. Il cuore dell’impianto tecnologico meccanico è costituito essenzialmente da una pompa di calore aria/acqua e una caldaia con tecnologia a condensazione a elevatissimo rendimento termico.

La pompa di calore funzionerà nella maggior parte del periodo invernale, quando le temperature esterne sono mediamente sopra i 7°C, sfruttando una quota parte di energia, completamente gratuita e rinnovabile. Nei periodi più rigidi tipici dell’Aquilano entrerà in funzione la caldaia, massimizzando i rendimenti in funzione delle effettive condizioni climatiche esterne. Sulla copertura verranno installati pannelli solari per la produzione di acqua calda sanitaria.

Gli impianti tecnologici meccanici saranno muniti di sistema per il rinnovo dell’aria, tale da mantenere costantemente elevata la qualità della salubrità ambiente degli uffici. Tali soluzioni permettono alla palazzina uffici di raggiungere al classe energetica “A” .

Print Friendly, PDF & Email