Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaL’Aquila, contributi: risolta controversia con Inps

L’Aquila, contributi: risolta controversia con Inps

 

Dopo un’intensa mattinata d’incontri ai massimi livelli istituzionali, con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, l’Agenzia delle Entrate e gli Enti previdenziali interessati, il Commissario delegato per la Ricostruzione, Gianni Chiodi,

è riuscito a superare l’empasse sull’interpretazione fatta dall’Inps che prevedeva il versamento in un’unica soluzione delle rate in scadenza nel 2011 entro il 31 dicembre prossimo, per imposte e contributi sospesi a causa del sisma dell’aprile 2009. In particolare, il Commissario Chiodi ha sostenuto la tesi secondo cui è necessario andare oltre la mera interpretazione letterale del combinato disposto nell’ordinanza 3976 dell’8 novembre 2011 e della Legge di Stabilità. Il tutto, in considerazione del fatto che la stessa ordinanza è stata emanata proprio per consentire la sospensione dei versamenti fino al 31 dicembre 2011, per poi vedere esecutiva, dal primo gennaio 2012, la Legge di Stabilità che dispone l’abbattimento del 60 per cento di quanto dovuto e la rateizzazione in 120 quote del rimanente. Il Commissario Chiodi annuncia che, già nelle prossime ore, saranno emanati provvedimenti interpretativi per superare le precedenti disposizioni.

“L’evidente interpretazione non esatta da parte dell’Inps è stata immediatamente corretta attivando quei contatti giusti e adeguati alla soluzione del problema”. Lo ha detto il Vice Presidente vicario del Consiglio regionale, Giorgio De Matteis, a proposito della vicenda della restituzione delle tasse da parte dei cittadini del cratere, richiesta dall’Ente previdenziale. “Infatti, questa mattina – ha sottolineato De Matteis – il Presidente Chiodi ha incontrato il direttore generale dell’Agenzia delle Entrate e insieme hanno contattato il direttore generale dell’Istituto di Previdenza sociale. L’effetto prodotto è una diversa interpretazione che ristabilisce, così come previsto, il pagamento delle tasse a  partire dal primo gennaio del 2012. Quindi, nessun pagamento anticipato entro il 2011. Un buon risultato – ha concluso il Vice Presidente – che consente maggiore serenità per i cittadini e  tranquillità per le imprese del territorio”.

E Confcommercio invita i propri aderenti a non versare i contributi.
In riferimento alla avvilente vicenda dei contributi INPS invitiamo le nostre aziende associate a non effettuare i pagamenti così come disposto dalla Circolare della Direzione Centrale del 22 Novembre 2011 in attesa di avere completa contezza sull?evolversi di questa spinosissima e controversa questione.

Informiamo inoltre di avere richiesto ed ottenuto in data odierna un incontro ufficiale come Associazione riconosciuta dal Consiglio Nazionale dell?Economia e del Lavoro con la competente  Direzione Provinciale INPS previsto per domani alle ore 10.00 presso l?Istituto di Previdenza.

A detto incontro, oltre ai vertici provinciali Confcommercio Imprese per l?Italia parteciperà anche il Presidente della Camera di Commercio di L?Aquila Lorenzo Santilli.

Per ogni informazione e chiarimento gli Uffici Provinciali Confcommercio sono disponibili e contattabili ai numeri: 0862 413450 e 0862 62952.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi