Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaL’Aquila, Confindustria: le priorità della ricostruzione decise con Ance, Confapi, Cna, professioni

L’Aquila, Confindustria: le priorità della ricostruzione decise con Ance, Confapi, Cna, professioni

Nella mattinata di ieri, 15/1/2013, presso la sede di Confindustria L’Aquila, si sono incontrati i vertici delle principali categorie produttive: Confindustria, Ance, Confapi e Cna e gli Ordini e Collegi Professionali.
Vista la situazione di stallo della Ricostruzione post sisma e la conseguente crisi economia del territorio, si è sentita l’esigenza di confrontarsi sulle principali problematiche che stanno portando allo stremo l’intero territorio del cratere sismico, si è discusso, provando a fare massa critica, con l’obiettivo di trovare intese di indirizzo e formulare documenti programmatici con un gruppo di lavoro e di monitoraggio.
I presenti hanno condiviso le seguenti comuni priorità:
1) Azioni per la ripresa sociale economica e produttiva del territorio;
2) Restituzione delle tasse: presa di posizione forte e chiara per respingere senza mezze misure ogni eventuale pretesa in tal senso;
3) Accelerare i tempi della ricostruzione, allo scopo di far partire in maniera massiccia i lavori per far rientrare la popolazione nelle proprie abitazioni e ridurre in modo sensibile le persone in cassa integrazione;
4) Certezze sui pagamenti e relative modalità degli stessi;
5) Chiarezza sull’entità delle risorse finanziarie a disposizione e sulla sufficienza delle stesse per una celere ricostruzione;
6) Rimuovere le situazioni di criticità negli apparati pubblici (Comuni, Province, etc…) generata con uffici lenti ed inefficienti, e quindi inadeguati alla difficile situazione della ricostruzione responsabilizzando i funzionari pubblici. Esemplare è, al riguardo, la difficile situazione in cui versa il Genio Civile.

Di sicuro rilievo è il fatto che l’incontro sia avvenuto in concomitanza con un convegno, sempre sul tema della Ricostruzione e nel corso della stessa mattinata del 15/1 u.s.,  organizzato da una organizzazione Sindacale partecipato dal ministro Barca.
E’ certamente un segnale importante e significativo che si senta ancora l’esigenza di trovare punti di incontro su tale tema, nonostante siano trascorsi quasi quattro anni dall’evento sismico del 2009 e si siano svolti numerosi tavoli di discussione su tale delicato argomento.
Ci si è lasciati con l’intento di allargare la partecipazione alle altre categorie e forze produttive, dandosi l’obiettivo di predisporre un Documento Programmatico che contenga osservazioni e proposte sui temi elencati in precedenza, da sottoporre alle forze politiche.

Print Friendly, PDF & Email