Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaL’Aquila, Confindustria: “Verso il 2030, sulle ali dell’Aquila”

L’Aquila, Confindustria: “Verso il 2030, sulle ali dell’Aquila”

“L’intervento del ministro Fabrizio Barca ha contribuito a recuperare coesione e spirito di collaborazione, fondamentali per la ricostruzione post sisma”. Le parole sono del presidente di Confindustria l’Aquila, Fabio Spinosa Pingue, che ha incontrato, nei giorni scorsi, il ministro per la coesione territoriale Barca, incaricato da Mario Monti di seguire da vicino tutte le vicende legate alla ricostruzione.

Per Barca, però, non si tratta del primo contatto con i vertici industriali dell’Aquila, dato che il prossimo progetto in cantiere di Confindustria L’Aquila, ‘Verso il 2030, sulle ali dell’Aquila’ parte proprio da un’idea del ministro.

L’iniziativa vede in prima linea industriali, sindacati, con il sostegno di Ocse e Ministero per l’economia e coinvolge  un team internazionale di ricerca coordinato dall’università olandese di Groningen che stanno valutando prospettive e dinamiche per definire strategie per la rinascita dei territorio colpito dal sisma e creare un modello da applicare in futuro nell’eventualità che altre sciagure si abbattano in altri territori.

“L’ho visto molto determinato – spiega Spinosa Pingue – e da tecnico quale è ha voluto prendere visione di tutti i dati a disposizione. Mi è piaciuto anche l’atteggiamento con cui si è teso a responsabilizzare i sindaci con la fine del regime commissariale. Mi auguro che dopo le elezioni vengano messe da parte contrapposizioni e litigiosità e si inizi a parlare solo del futuro di questa città e di questo territorio. Un’altra cosa che abbiamo chiesto al ministro è di ‘inondare’ questa terra con i saperi e le eccellenze, per far sì che davvero la tragedia del sisma diventi un’opportunità di sviluppo”. “Il 17 marzo, in occasione della nostra iniziativa,” spiega Antonio Cappelli, direttore di Confindustria l’Aquila, “il ministro Barca tornerà all’Aquila e molto probabilmente ci sarà anche il ministro per l’istruzione Francesco Profumo. Il fatto che Barca sia stato indicato da Monti per sovrintendere alle vicende della ricostruzione è un po’ una piccola fortuna per noi che da tempo, quando ancora non era neanche ministro, abbiamo intessuto con lui rapporti e relazioni di cui si vedranno i primi frutti a metà marzo”.

Print Friendly, PDF & Email