Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaL’Aquila, Confcommercio: su Burgo serve mobilitazione

L’Aquila, Confcommercio: su Burgo serve mobilitazione

Si complica la situazione dei 450 lavoratori della Cartiera Burgo, una delle più grandi aziende di Avezzano, in parte in cassa integrazione. Ad essere bloccata, per il momento, è la linea di produzione 1. Ma le prospettive non sono favorevoli: il 5 luglio prossimo si riunirà il Consiglio di amministrazione del gruppo Burgo per decretare la chiusura definitiva dello stabilimento, gravato dalla mancanza di commesse. Per questo, il Presidente della Regione Chiodi ha convocato amministratori e forze sociali per fare un punto della situazione. “Ma non basta”, afferma Confcommercio L’Aquila in una nota a firma del direttore Cioni e del Presidente Donatelli.
“ Occorre da subito una mobilitazione ed un intervento di tutti i parlamentari abruzzesi che, unitariamente all’azione della Regione, richiedano al Governo Monti l’attivazione di un tavolo nazionale che, da subito, dia i segnali giusti ai vertici della Burgo Group. Prima che sia troppo tardi.
Altrimenti, ancora una volta dovremo assistere a rituali mediatici ed istituzionali che non producono risultati ed evidenziano l’impotenza della politica sull’economia.
La vicenda Burgo, insomma, deve diventare necessariamente emblematica per dare un segno nuovo e diverso rispetto al passato che ha visto nel comprensorio della nostra provincia un rosario infinito di chiusure, licenziamenti a migliaia, che stanno riportando la Marsica, la Provincia dell’Aquila e l’Abruzzo a livelli di sottosviluppo da cui la nostra regione si era affrancata nei passati decenni.” “Insomma” concludono “il nostro deciso invito per evitare un altro colpo ferale alla economia marsicana ed abruzzese è rivolto ai rappresentanti autorevoli del Parlamento ai quali diciamo che su questa vicenda “ Nessun dorma”.

Print Friendly, PDF & Email