Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaL’Aquila. Confagricoltura: confermato alla presidenza Fabrizio Lobene

L’Aquila. Confagricoltura: confermato alla presidenza Fabrizio Lobene

Il rinnovato Consiglio Direttivo eletto dall’Assemblea dei soci il 26 Novembre ha confermato alla Presidenza di Confagricoltura L’Aquila per il prossimo triennio Fabrizio Lobene di Trasacco. Alla vice Presidenza sono stati eletti Concezio Gasbarro di Villalago e Fabio Ciaccia di Celano, completano il quadro dell’organo esecutivo Italo Iacovitti di Celano, Pensa Redento di Tagliacozzo e Claudio Scipioni membro di diritto quale Presidente dei Giovani di Confagricoltura.

Il Presidente Lobene nel suo discorso programmatico ha ringraziato il Consiglio per la fiducia che gli è stata confermata ed ha tracciato le linee sindacali che vedranno impegnata l’organizzazione per il prossimo futuro. “Dobbiamo mantenere un atteggiamento nel solco di quanto fatto in questi ultimi anni. La squadra è parzialmente rinnovata, ma la continuità va mantenuta. La nostra azione sindacale, non deve scendere a compromessi. Gli interessi degli associati in primo luogo e non quelli autoreferenziali delle strutture sindacali”.

La continua crescita organizzativa di Confagricoltura L’Aquila deriva dalla chiarezza della sua proposta sindacale “che costruiamo giornalmente con i nostri associati. Questo infastidisce la politica locale che si alimenta dei tifosi e plauditores capaci di accettare acriticamente anche brutte e inutili leggi” ha continuato Lobene”Questo governo regionale non ha una politica agricola di prospettive, sta perseguendo una strada che va contro le imprese è sordo alle nostre proposte mentre insegue altri soggetti rappresentativi con interessi non agricoli. Ad esempio le tabelle finanziarie del PSR 2014/2020 approvate da Bruxelles riducono in modo consistente le risorse destinate agli investimenti, allargano quelle destinate a comuni, enti pubblici e parapubblici per finalità sociali, pseudo ambientali e cultural folcloristiche, in pratica tutto quello che non bisognerebbe fare se si vorrebbe rilanciare il settore, l’unico in grado di affrontare la crisi economica e consolidare l’occupazione”. Con queste parole il Presidente Lobene ha posto termine al discorso programmatico con il quale non ha mancato di ringraziare, per l’apporto dato allo sviluppo delle politiche sindacali dell’organizzazione, i componenti il Comitato di Presidenza Peppe Scipioni e Nunzio Merolli e tutti i Consiglieri che non si sono ricandidati.

Print Friendly, PDF & Email