Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaL’Aquila, business ricostruzione: compravendita di appalti e poi il fallimento

L’Aquila, business ricostruzione: compravendita di appalti e poi il fallimento

La Astaldi Spa, più di 1 miliardo di euro di fatturato, secondo gruppo italiano dopo Impregilo, sbarca all’Aquila rilevando parte dei contratti della Mazzi Spa di Verona, un’impresa che in città aveva acquisito circa 100 milioni di commesse per la ricostruzione ma che ora è in concordato fallimentare e circa cinquanta dipendenti in cassa integrazione. Ma Astaldi non ha acquistato, bensì affittato il ramo di azienda con una srl, la Astaldi Edifica, che ha un capitale sociale di 10 mila euro.

Fornitori e condomini si ritrovano nelle mani di una società diversa da quella incaricata che, fatto rilevante, dispone di garanzie decisamente inconsistenti rispetto a quelle sottoscritte dalla Mazzi.

Il timore è che si sia innescato un mecanismo perverso per il quale alcune imprese incamerano un portafoglio milionario di contratti nella ricostruzione e poi, dopo aver rivenduto il pacchetto di commesse a grandi gruppi imprenditoriali nazionali, portano i registri in tribunale.

Già in una lettera dello scorso marzo l’ANCE scriveva all’allora Ministro Barca e ai due Uffici Speciali di considerare l’opportunità di intervenire con provvedimenti che impedissero operazioni poco chiare, capaci di compromettere la ricostruzione degli edifici privati. Anche i sindaci, i presidenti di condominio e di consorzio, nella lettera sono stati sollecitati a tenere alta la guardia contro gli avventurieri del cratere che fanno incetta di contratti.

“Non vorremmo che chi compra rami  d’azienda lasciasse al territorio le foglie secche” – commenta Gianni Frattale Presidente di ANCE L’Aquila – “E’ questo un fenomeno che comincia a verificarsi e su cui bisogna vigilare con tutti i mezzi, per non danneggiare le imprese del territorio, l’indotto dell’edilizia e gli stessi cittadini che rischiano di non rivedere la loro casa ricostruita. Devono vigilare tutti coloro ai quali è affidata la contrattazione. Attenzione a chi si affidano i cantieri ed in quali termini. Si vincolino in solido le imprese alle responsabilità sottoscritte attarverso valide fidejussioni.

Non abbiamo nulla contro i grandi gruppi di fuori – continua Frattale – ma si consideri che le imprese del territorio ci mettono la faccia più di altri. Agiscono con qualche remora in più proprio perché si giocano in casa la loro reputazione e possono essere più facilmente chiamate a render conto del loro operato. E questa per il cittadino è una garanzia in più”.

Frattale conclude riaffermando la necessità che la Governance intervenga con precise norme preventive rispetto ad operazioni evidentemente contorte, al fine di permettere di verificare in anticipo che queste non nascondano il tentativo, da parte di aziende in difficoltà economica, di ripianare bilanci aziendali in rosso ai danni dei terremotati e della ricostruzione.

 

Intanto, l’UE invia l’eurodeputato Rivellini in Abruzzo il 16 e17 maggio per lo scandalo della ricostruzione: l’incontro però si terrà a Pescara. L’Europarlamentare Enzo Rivellini, in qualità di rapporter (relatore) per il dossier che la Corte dei Conti Europea ha assegnato al Parlamento, relativo al costo, alle pertinenze, alle spese e ad eventuali abusi e sprechi sul terremoto del 2009, si recherà in Abruzzo giovedì 16 e venerdì 17 maggio.

 

Il programma prevede: 

Giovedì 16 maggio incontri istituzionali: 

ore 9.30 con il procuratore della Repubblica Fausto Cardella;

ore 10.30 con il Procuratore della Corte dei Conti Fausta Di Grazia;

ore 11.30 con il Presidente della Provincia dell’Aquila Antonio Del Corvo;

ore 12.30 con Sindaco dell’Aquila Massimo Cialente;

ore 13.30 con il Prefetto dell’Aquila Francesco Alecci;

ore 15.30 con la Presidenza della Regione Abruzzo;

ore 16.30 con il Sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia;

ore -18.00 con il Presidente della Provincia di Pescara Guerino Testa.

Venerdì 17 maggio alle ore 10.30 si svolgerà una conferenza stampa presso la Sala Giunta del Comune di Pescara alla quale parteciperà il Sindaco Luigi Albore Mascia

Print Friendly, PDF & Email