Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaL’Aquila. Bper e Carispaq: sottoscrizione atti per immobile di Corso Vittorio Emanuele II e opere d’arte

L’Aquila. Bper e Carispaq: sottoscrizione atti per immobile di Corso Vittorio Emanuele II e opere d’arte

Bper concederà alla Fondazione Carispaq il diritto di prelazione nell’acquisto della della sede storica della banca in corso Vittorio Emanuele II, in ristrutturazione dopo i danni subìti con il terremoto del 6 aprile 2009.

Ad annunciarlo è stato stamattina il vice direttore della Bper Gian Enrico Venturini, intervenuto all’Aquila all’Auditorium “Sericchi” in una conferenza stampa alla quale hanno preso parte tra gli altri il responsabile della Direzione Territoriale Adriatica di Bper Guido Serafini, il presidente della Fondazione Carispaq Marco Fanfani e il vice presidente della Fondazione Domenico Taglieri.20150116_120005 (1077 x 807) 20150116_114856 (1077 x 807) 20150116_114835 (1077 x 807)

Si è anche parlato di un protocollo d’intesa che riguarda la cessione in comodato alla stessa Fondazione di opere d’arte facenti parte del patrimonio dell’ex Carispaq. Presenti per supervisionare la firma formale degli atti i due notai Benedetti e Ciancarelli.

“Queste due misure sono un’ulteriore testimonianza dell’attenzione nei confronti della Fondazione, ma anche un segno forte di vicinanza al territorio aquilano. Nel riorganizzare la costituzione della Direzione Territoriale Adriatica abbiamo deciso di mantenere all’Aquila la sede del Comitato Territoriale”, ha affermato il vice direttore generale Bper Venturini.

Sulle opere d’arte ha poi aggiunto. “Non mancheranno sicuramente iniziative per valorizzare questo patrimonio a livello nazionale. La stima delle opere è di diversi milioni”.

Il presidente della Fondazione Carispaq Marco Fanfani ha sottolineato l’importanza della sottoscrizione. “è importante l’immobile di corso Vittorio Emanuele II per un utilizzo pubblico di un bene patrimonio della collettività. Le opere d’arte sono un patrimonio arricchito nell’arco degli anni. Un patrimonio che merita di essere illustrato e pubblicizzato. Noi abbiamo sostenuto una pubblicazione che verrà presentata in febbraio all’Aquila. Bisogna avere un ruolo fondamentale per l’economia, dobbiamo chiedere che questa azienda abbiamo un’attenzione particolare per il territoro per la piccola e media impresa. Un esempio è il Fondo di garanzia Bper che ha visto ben 141 richieste alle quali s’è dato risposta”.

“Segnalo un intervento di Bper nella Giostra Cavalleresca di Sulmona – ha proseguito Fanfani – e nell’acquisto di un pulmino per il Sulmona Rugby. Un sostegno c’è stato anche per la parte dilettantistica dell’Aquila Rugby che cura i giovani. Ci saranno una serie di interventi da fare nel 2015 con la disponibilità sia della Banca sia della Fondazione”.

Il Responsabile della Direzione Territoriale Adriatica Bper, Guido Serafini ha dichiarato: “mi auguro sia l’inizio di un percorso che ritorni utile al territorio perché questi due beni (opere d’arte ed edificio del centro storico) rappresentano un patrimonio dall’enorme potenziale turistico. Dobbiamo imparare la progettualità e il perseguimento di fini. Questo auspicio è alla base della Fondazione e della Banca per la progettualità”.

Sia Venturini che Fanfani si sono infine soffermati sul restauro del Palazzo Farinosi Branconi al momento rimasto puntellato.

Per il vice direttore generale Bper Venturini “la situazione dal 2009 al 2015 è in lenta evoluzione. La volontà è di avviare il recupero, l’impegno c’è ed è presente una laboriosità inevitabile. I tempi di recupero non sono agevoli”.

“Il Palazzo è stato utilizzato per sei-sette anni dalla Regione Abruzzo con comodato gratuito, speravamo in un obbligo morale che non si è palesato”, ha dichiarato Fanfani.

Print Friendly, PDF & Email