Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaL’Aquila, appalti gonfiati: indagato direttore generale ASL

L’Aquila, appalti gonfiati: indagato direttore generale ASL

Avrebbe gonfiato alcuni appalti per l’acquisto di protesi e altro materiale medico da 2,5 fino a 15 milioni di euro di soldi dei cittadini, allo scopo di favorire una società fornitrice, provocando un grave danno alle casse della Asl.
Con questa ipotesi accusatoria è stato inquisito il direttore generale della Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila Giancarlo Silveri, a pochi mesi dal suo pensionamento obbligato, alla luce norma, voluta dal ministro della Sanità Renato Balduzzi, che stabilisce che alla data della nomina dei direttori generali devono avere il requisito dell’età anagrafica inferiore a 65 anni.
Insieme a Silveri sono indagati anche medici, responsabili della direzione amministrativa e dell’ufficio beni e consumo. L’indagine è│ diretta da due sostituti procuratori, Fabio Picuti e Stefano Gallo. L’appalto a cui si fa riferimento fu bandito nel 2007, quando direttore generale era ancora Roberto Marzetti, dopo il terremoto Silveri lo trasformò in una gara d’appalto semplificata e accelerata, a causa dell’emergenza, e il costo della fornitura si moltiplica. Spiega oggi al quotidiano Il Centro Giancarlo Silveri: ”
Sono sereno e oggi andrò alla Procura per vedere se l’atto c’è realmente.
La gara risale alla passata direzione, quando un medico mi fece notare dell’esistenza di una gara che prevedeva l’acquisto di un numero eccessivo di protesi, io mi rivolsi al legale della Asl il quale mi tranquillizzò: si trattava, mi disse, di una gara che stava definendo un prezzo, e non lメacquisto di materiale”.
Il sessantottenne Giancarlo Silveri considerato un ex fedelissimo diᅠGianfranco Giuliante, l’assessore regionale del Pdl, terminata forzatamente l’esperienza da direttore generale Asl era pronto a ridiscendere in politica, candidandosi si vocifera per le regionali del 2014, o molto pi probabile alle Politiche prossime e forse imminenti. Silveri è già stato sindaco di Santa Marinella, in provincia di Roma, ed assessore negli ultimi mesi del secondo mandato di Biagio Tempesta.
Si apre intanto la guerra di successione alla direzione della Asl: si vocifera di un patto trasversale anti-marsicano tra il Pd aquilano e una correte del Pdl volta ad impedire la nomina di uomini che farebbero riferimento al potentissimo coordinatore Pdl Filippo Piccone e di origini marsicane.
Da Abruzzo24ore tv

Print Friendly, PDF & Email