Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaL’Aquila: ancora bloccati fondi Giovanardi, chiesto nuovo bando

L’Aquila: ancora bloccati fondi Giovanardi, chiesto nuovo bando

Truffa dei cosiddetti fondi Giovanardi: ieri il gup del Tribunale dell’Aquila, Giuseppe Romano Gargarella ha rinviato a giudizio con l’accusa di tentata truffa e altri reati in concorso Fabrizio Traversi, ritenuto la ‘mente’ del mancato raggiro, e il medico aquilano Gianfranco Cavaliere. Il processo comincerà il 24 gennaio 2013. Condannato invece con rito abbreviato ad un anno per falso il sindaco di san Demetrio Silvano Cappelli. E’ stato deciso il non luogo a procedere nei confronti di Nicola Ferrigni. Assolto infine con rito abbreviato il vescovo ausiliario del’Aquila, monsignor Giovanni D’Ercole.
Ma al di là dell’aspetto penale della vicenda, ha oggi sottolineato con forza in conferenza stampa l’assessore comunale dell’Aquila Stefania Pezzopane, c’è il fatto che sono ancora bloccati i 12 milioni di euro di fondi pubblici che dovrebbero servire attivare politiche urgenti a favore degli anziani, delle ragazzi madri, dei giovani e dei bambini in difficoltà nel cratere sismico aquilano.
Un altro aspetto della vergogna vicenda giudiziaria ruotante intorno ad una fondazione privata sponsorizzata dalla Curia aquilana e che voleva mettere in qualche modo le mani su questi soldi, tuona la Pezzopane, sono anche gli stranissimi bandi che hanno in tutti modi cercato di penalizzare il Comune dell’Aquila, dove eppure si concentra il grosso del disagio sociale.
Assai discutibile anche la scelta di destinare questi fondi quasi esclusivamente per interventi edilizi, cioè per la costruzione di ospizi in montagna, centri polivalenti, nuove e costose strutture di accoglienza. Poco o nulla invece è stato destinato all’assistenza domiciliare, all’integrazione al reddito, ad aiuti  concreti e diretti per chi vive il disagio sociale ed economico. Da qui la  ferma richiesta al nuovo governo: si sblocchino subito i fondi, e soprattuto si azzeri  il bando e lo si adegui alle vere esigenze di chi dovrebbe essere il vero ed unico beneficiario di questi soldi pubblici.  
La Pezzopane ha poi annunciato che non solo il Comune si costituirà parte civile nei confronti dei rinviati a giudizio, ma inoltrerà denuncia sulla base di quanto siu i lei affermato dagli imputati nelle intercettazion telefoniche. 

Print Friendly, PDF & Email