Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaL’Aquila. Ance, spesi solo la metà dei fondi europei

L’Aquila. Ance, spesi solo la metà dei fondi europei

I fondi europei, ideati per sostenere la crescita delle aree più deboli dell’Unione, vengono messi a disposizione degli stati membri per infrastrutture, investimenti produttivi, formazione professionale per l’inserimento di disoccupati e categorie sociali più deboli e tanto altro. Ma l’Italia riesce a spendere solo la metà di quanto gli viene assegnato.

Secondo l’Eurispes, per il periodo 2007-2013: su 27,91 miliardi assegnati a Roma solo 13,5 sono stati impiegati. Se non verranno utilizzati entro il 2015 l’Italia, che è il quarto contribuente dopo Germania, Francia e Regno Unito, dovrà rinunciare a una somma che equivale all’1% del Pil del 2013.

Si è riscorntrato che la difficoltà maggiore ad accedere ai bandi è dovuta per la gran parte a carenza di competenze e di informazione.

Per questo, per la programmazione 2014-2020 già in corso, ANCE L’Aquila in collaborazione con l’ufficio di Bruxelles dell’ANCE Nazionale ed il Ministero dello Sviluppo Economico, realizzerà su proposta del Comitato Giovani di ANCE L’Aquila e del suo presidente Pierluigi Frezza, un percorso conoscitivo e di sensibilizzazione che coinvolge tutti gli stakeholders del territorio.

La prima tappa di questo percorso è rappresentata da un convegno tecnico previsto per le giornate di martedì 24 e mercoledì 25 febbraio prossimi presso la sede di ANCE L’Aquila in via De Gasperi 60 il cui titolo è “Elementi base di Europrogettazione e finanziamenti europei diretti ed indiretti per il periodo di programmazione 2014/2020”.

Parteciperanno relatori esperti della materia direttamente dagli uffici di Bruxelles per dare un carattere più marcatamente tecnico informativo e divulgativo alle due giornate.

Sono stati invitati a partecipare inoltre gli enti locali, tutti i comuni del territorio provinciale, le imprese del settore edile. L’Università dell’Aquila e gli ordini professionali dei Consulenti del Lavoro e dei Dottori Commercialisti hanno dato il loro patrocinio all’iniziativa ed il convegno sarà valido anche ai fini del riconoscimento crediti per la formazione professionale.

L’ingresso è libero e gratuito.

Print Friendly, PDF & Email