Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaL’Aquila, Ance: “nessuna idea per il futuro”

L’Aquila, Ance: “nessuna idea per il futuro”

Riportiamo una dichiarazione del Presidente di ANCE L’Aquila Gianni Frattale sulle più recenti polemiche relative alla ricostruzione:
“Urlare ed inimicarsi tutti coloro che hanno potere decisionale sul futuro del cratere non agevola la ricostruzione. La strada più fruttuosa è sempre quella della ponderatezza e del lavoro sinergico.
La nuova ordinanza del Governo Monti non è altro che quanto già noto ai tempi di Letta, né migliore né peggiore. E’ perfettibile. Non ci soddisfa pienamente ma è qualcosa da cui partire per cercare di avviare la ricostruzione in attesa di ottenere il riconoscimento di quanti più diritti possibile. Ma non se ne esce andando allo scontro, bisogna piuttosto riunire le energie e le idee di tutti per fare proposte e sostenerle con autorevolezza. Se il metodo è questo l’ANCE è disponibile a contribuire.
Oggi gli ostacoli più impellenti da rimuovere sono sempre gli stessi due: la mancanza dei piani di ricostruzione per i centri storici ed il blocco delle pratiche alla filiera.
Per fortuna, dietro al polverone della rissa continua in corso, c’è il lavoro di alcuni piccoli comuni e delle frazioni che sono riusciti a presentare 22 piani di ricostruzione.
La preoccupazione più urgente, ora, deve essere quella di migliorare il meccanismo della filiera burocratica anche per affrontare la mole di progetti dei centri storici che afferirà prossimamente.
Ad oggi invece dobbiamo ancora prendere atto, sempre più amaramente, che nulla si muove neanche per le E della periferia, e che non si ha nessuna idea di come sarà L’Aquila futura. I cantieri della ricostruzione pesante sono sempre fermi.
In passato gli aquilani hanno ricostruito la città ad ogni terremoto. Nel terzo millennio la litigiosità potrebbe purtroppo seppellire la sua dignità”.

Print Friendly, PDF & Email