Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaL’Aquila. Ambiente, a rischio fiume Sagittario per captazione

L’Aquila. Ambiente, a rischio fiume Sagittario per captazione

Il fiume Sagittario rischia di diventare un misero rigagnolo se verranno approvate due richieste di captazione ad uso idroelettrico, una a Pratola Peligna e l’altra a Bugnara. Lo afferma il Wwf in una nota spiegando che lo Studio di Impatto Ambientale per quest’ultima centralina e’ stato presentato dalla ditta Elettromeccanica Adriatica S.p.A al Comitato Valutazione di Impatto Ambientale della Regione Abruzzo. Sul BURA l’avviso e’ comparso lo scorso 28 agosto ma la procedura di pubblicazione sarebbe partita il 2 agosto. Poiche’ vi sono 60 giorni per cittadini, enti ed associazioni per consegnare osservazioni, la scadenza per intervenire appare il primo ottobre 2013.Secondo l’associazione ambientalista “la captazione di Bugnara ridurra’ la portata del fiume Sagittario a meno di 1/3 per ben 2,5 km cioe’ per tutta la lunghezza della condotta in cui verra’ convogliata l’acqua per poi essere turbinata”. Il WWF ritiene che “i fiumi abruzzesi stiano gia’ soffrendo a sufficienza per le innumerevoli pressioni antropiche, dalle captazioni per usi irriguo ed idroelettrico agli scarichi non depurati. Il tratto interessato dal progetto di Bugnara e’ tra i pochi in cui un fiume abruzzese ha conservato un minimo di qualita’ ambientale, mentre appena a valle, a Pratola Peligna, si vorrebbe intubare un fiume che e’ gia’ nella classe di qualita’ ‘scadente’ con la conseguenza di peggiorare ulteriormente questa situazione. La produzione di energia da fonte rinnovabile non puo’ comportare il definitivo depauperamento del patrimonio ambientale abruzzese, anche perche’ i fiumi sono come i reni del corpo umano e hanno una funzione fondamentale per la vita di un territorio. Segnaliamo, peraltro – e’ sempre il Wwf – che l’Abruzzo gia’ ora ha una eccessiva capacita’ produttiva di circa il 50% per quanto riguarda gli impianti di produzione elettrica, tanto e’ che diversi di questi sono inattivi per gran parte dell’anno. Il vero obiettivo dovrebbe essere quello dell’efficienza energetica e del risparmio, su cui vi sono margini enormi di miglioramento”. L’associazione invita pertanto i cittadini e le associazioni del territorio “a presentare osservazioni utili per conservare il nostro ambiente”, si legge infine nella nota.

Print Friendly, PDF & Email