Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaL’Aquila: acquisita area Flextronics

L’Aquila: acquisita area Flextronics

Il Consiglio comunale dell’Aquila, dopo aver preso atto dell’esito dell’incontro tra il sindaco, Massimo Cialente, ed il premier, Mario Monti, ha esaminato la richiesta alla Regione del Piano speciale territoriale, nella parte che riguarda la localita’ Colle Macchione, per consentire la realizzazione della strada che collega la statale 80 (nella zona di Coppito) e la statale 17 (Centi Colella). Si tratta di un progetto che l’Anas intende realizzare a completamento dell’assetto viario nella zona, avviato dopo il terremoto e in occasione del G8. L’Assemblea ha approvato la proposta di deliberazione riguardante l’acquisizione del complesso Flextronics, situato nel nucleo industriale di Pile, per la bonifica e il recupero ambientale dell’area, ai fini di incentivare l’insediamento di nuove attivita’ produttive. La delibera prevede un impegno finanziario a carico dell’Ente di oltre 4 milioni di euro, stanziati da un decreto ministeriale (numero 5164 del 25 febbraio 2010) volto a favorire lo sviluppo economico attraverso contributi agli enti locali. In particolare, il decreto prevede, per il recupero dell’area Flexctronics, la concessione di un finanziamento, in favore del Comune dell’Aquila, di complessivi 7 milioni di euro, spalmati sul biennio 2010-2011, e di un ulteriore contributo per un milione di euro in favore della Provincia dell’Aquila. Le aree oggetto degli interventi sono di proprieta’ di Aquila Sviluppo, attualmente in liquidazione, partecipata per il 90 per cento dalla stessa societa’, per il 5 per cento dal Comune dell’Aquila e per un ulteriore 5 per cento dalla Provincia dell’Aquila, e si estendono su una superficie complessiva di circa 50 mila metri quadri. ”Si tratta di un importante risultato – ha commentato Cialente – ai fini del rilancio economico e produttivo del territorio e della sua capacita’ di attrarre investimenti e risorse, che puo’ tradursi in occupazione, sviluppo e innovazione. La gestione non avra’ alcun debito a carico nostro.

I soldi verranno ricavati dagli affitti dei locali e sara’ una gestione di tipo condominiale”.

Print Friendly, PDF & Email