Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieChietiLanciano, tribunale: proposta accorpamento con Vasto

Lanciano, tribunale: proposta accorpamento con Vasto

Presentata ufficialmente oggi a Lanciano la proposta di accorpamento dei tribunali di Lanciano e Vasto per evitare entrambe le soppressioni. La proposta elaborata dalla Commissione tecnica, presieduta dal presidente del tribunale di Lanciano Ciro Riviezzo, a giorni sarà inviata al Ministero di Giustizia che inizierà l’esame delle domande il 25 gennaio. Il progetto prevede appunto la costituzione di un tribunale accorpato Lanciano-Vasto con sede a Lanciano presso Palazzo degli Studi, che avrà 90 postazioni lavoro, più l’attuale tribunale dedicato al penale e al giudice di pace, eliminando di fatto altri 5 strutture. L’organico dei giudici sarà di 14, garantendo la specializzazione, e quello dei magistrati di procura sei. A Vasto è previsto l’importante presidio di procura, giudice di pace ed altri servizi. La circoscrizione sarà al servizio di 214 mila abitanti sui 397 dell’intera provincia di Chieti. «Il progetto – ha detto il sindaco Mario Pupillo – è realizzabile in due mesi con soli 60 mila euro di investimenti, e farà risparmiare allo Stato oltre 250 mila euro l’ anno». Per Riviezzo «il progetto non è contro la legge delega ma la attua al meglio. E non è contro neppure a Vasto, di cui rispettiamo altre soluzioni, e a Chieti, anche se il capoluogo non garantirà, in caso di tribunale provinciale, alcuna efficienza facendo diminuire i tempi della giustizia. Nessuna altra sede offre alternative valide per i tempi di realizzazione, risparmio spesa, efficienza logistica». Per il procuratore Francesco Menditto « la proposta è oggettivamente concreta, realizzabile subito e non campanilistica. A Vasto si conserva un presidio importante tenendo conto delle peculiarità del territorio». Nella commissione tecnica fanno parte anche parti sociali ed avvocatura. Tutti e 41 comuni del mandamento di Lanciano hanno approvato il progetto.

Print Friendly, PDF & Email