Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieChietiLanciano. Lavoratori della Taim in sciopero, vogliono lo stipendio

Lanciano. Lavoratori della Taim in sciopero, vogliono lo stipendio

Lavoratrici e lavoratori della Taim, siamo stanchi di attendere i comodi di lor signori per ricevere l’accredito dello stipendio, un’attesa che ogni mese si protrae per giorni e giorni e che lascia le persone con le tasche vuote. Probabilmente questa Direzione non sa cosa significhi restare senza un centesimo in tasca e non può capire che, le nostre famiglie hanno bisogno che l’Azienda versi con puntualità lo stipendio, come tra l’altro il buonsenso vorrebbe.

Siamo stanchi ed avviliti, ogni mese siamo chiamati ad aspettare, senza sapere mai quanto, che il bonifico venga effettuato. E’ bene precisare che: come previsto dal Codice Civile (Art. 2099), lo stipendio va pagato applicando il principio della consuetudine che, non significa “pago quando mi pare”, ma stabilisco una data e la rispetto.

Le nostre famiglie vivono di poco, si accontentano di poco, non hanno macchine di lusso e soldi per programmare il futuro, le nostre famiglie hanno bisogno però di avere quelle piccole certezze che i meccanismi del quotidiano devono offrire.

Abbiamo deciso di indire un’ora di sciopero perché esigiamo rispetto, vogliamo che quest’Azienda arrivi a considerare le maestranze parte integrante del sistema produttivo e non piccoli numeri da pagare con comodo. Sappiamo che ci sono tanti problemi, sappiamo che spesso, con spirito di servizio, sopportiamo, ma ora siamo stufi. Da lunedì vogliamo aprire una nuova fase, visto che questa Direzione non sente, vogliamo avviare una stagione di rivendicazioni, una fase che porti questa Azienda verso la normalizzazione.

Vi chiediamo di aderire massicciamente allo sciopero, unico strumento a nostra disposizione; vi chiediamo di scioperare per darci la giusta forza per rivendicare l’adeguata misura di rispetto che meritiamo. Scioperare significa dire NO all’umiliazione dei lavoratori, se un dipendente chiede alla proprietà di sapere quando verrà pagato lo stipendio, essa ha il dovere morale di dare risposte. Se non lo fa, dimostra sprezzo che noi denunceremo a tutti i livelli.

Modalità dello sciopero:

lunedì 22 settembre 2014, ultima ora lavorativa (dalle ore 16:30 alle ore 17:30).

La RSA Fiom e la Segreteria Provinciale della Fiom Cgil 

Print Friendly, PDF & Email

Condividi