Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'industrialeL’ACCORDO QUADRO TRA BANCA COMMERCIALE ITALIANA E CONFINDUSTRIA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

L’ACCORDO QUADRO TRA BANCA COMMERCIALE ITALIANA E CONFINDUSTRIA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

<!– /* Font Definitions */ @font-face {font-family:Monospaced; mso-font-charset:0; mso-generic-font-family:swiss; mso-font-pitch:variable; mso-font-signature:3 0 0 0 1 0;} /* Style Definitions */ p.MsoNormal, li.MsoNormal, div.MsoNormal {mso-style-parent:””; margin:0cm; margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:10.0pt; font-family:”Times New Roman”; mso-fareast-font-family:”Times New Roman”;} @page Section1 {size:612.0pt 792.0pt; margin:70.85pt 2.0cm 2.0cm 2.0cm; mso-header-margin:36.0pt; mso-footer-margin:36.0pt; mso-paper-source:0;} div.Section1 {page:Section1;} –>

di Maria Gabriella Busilacchi

 

Organizzato dall’Unione Industriali dell’Aquila e dalla Banca Commerciale Italiana, si è tenuto il 27 febbraio scorso, nella sede aquilana dell’U.P.I., un convegno sull’accordo-quadro stilato di recente tra la Confindustria e la stessa Comit (che peraltro aprirà tra breve una sua filiale anche sull’Aquila). Una convenzione importante con l’intento di sostenere le piccole e medie imprese aderenti a Confindustria negli aspetti finanziari delle loro attività, fornendo ad esse anche assistenza e consulenza ad ampio raggio. L’incontro-dibattito, a cui hanno partecipato circa 70 imprenditori, aveva lo scopo di illustrare più nel dettaglio i termini dell’accordo, soprattutto l’aspetto principale, ossia l’impegno della Comit a concedere, oltre a tutta una serie di servizi (tra cui il servizio gratuito di Banca Telefonica Comit On Line e l’assistenza per l’emissione e per il collocamento di cambiali finanziarie), finanziamenti agevolati e credito industriale a medio e lungo termine. Dopo l’apertura dei lavori e l’introduzione all’incontro a cura del presidente dell’U.P.I. dr. Lombardi e del direttore della Filiale della Comit di L’Aquila dr. Iacovissi, su questo aspetto è intervenuto a lungo il dr. Sanna (Ufficio Crediti Speciali del Servizio Corporate), mettendo in evidenza i vantaggi che le imprese possono avere da questa convenzione che prevede uno stanziamento globale di 300 miliardi di lire al Ribor (circa il 7%) più 0,50% a tasso variabile o fisso per tutta la loro durata, per prestiti fino a 5 anni e importi che vanno da 30 a 300 milioni di lire. Naturalmente per usufruire di finanziamenti a tassi così agevolati, le imprese devono essere associate alla Confindustria e, come per ogni altro tipo di finanziamento, sono tenute anche in questo caso ad offrire solide garanzie vagliate poi dalla Banca che, in base ad insindacabile giudizio, deciderà sulla concessione o meno del prestito.

L’accordo tra Comit e Confindustria prevede, inoltre, anche una collaborazione più articolata tra la Comit e le piccole e medie imprese più dinamiche che potranno infatti stabilire con la banca un rapporto di «partnership» banca-impresa caratterizzato da tutta una serie di importanti servizi: 1) gestione in esclusiva della Tesoreria tramite remote-banking multibanca; 2) assistenza per operazioni di finanza aziendale strutturata e straordinaria, compresi i servizi di collocamento di prestiti obbligazionari e emissioni azionarie e di altri valori mobiliari a contenuto azionario in ogni aspetto e fase; 3) assistenza e consulenza nelle operazioni di fusione ed acquisizione ed assunzione di partecipazioni azionarie a carattere finanziario con eventuale acquisizione di una quota di minoranza del capitale dell’impresa da parte della banca o di un fondo comune «chiuso»; 4) assistenza per le operazioni sull’estero effettuate dall’impresa, sia per investimento che per operazioni di natura commerciale.

Altro importante argomento trattato ampiamente dal dr. Maiocchi (dell’Area Marketing di Sim CoGeF Spa) è stato quello riguardante la costituzione, l’avviamento e la gestione dei Fondi Pensione. Un argomento, questo, che tocca da vicino tutti i lavoratori dato che, con la legge nr. 335 del 1995, è stata approvata una normativa organica in materia di previdenza complementare che mette l’Italia al passo con gli altri Paesi. Il dr. Maiocchi ha quindi spiegato in cosa consistano appunto i Fondi Pensione e la loro funzione, sottolineando quanto il loro avvento sia importante, soprattutto perché inserito in un contesto più ampio di riforma dei mercati finanziari.

Più velocemente è stata presentata dal dr. Mignosa del Servizio Comit On Line, il Servizio di Banca Telefonica messo appunto a disposizione dalla Comit e attivo dal 2 maggio 1995. L’iniziativa ha lo scopo di rendere le relazioni tra cliente e banca più agevole e trasparente, offrendo al cliente i servizi e le informazioni più varie, dall’assistenza finanziaria nella scelta delle forme migliori di risparmio ed investimento, alle informazioni sul valore e sulla composizione del portafoglio titoli, dalla sottoscrizione di titoli di Stato al ritiro di ricevute bancarie, RIBA e MAV scadenti presso gli sportelli della Comit. Il servizio Comit On Line è a disposizione dei clienti in due forme diverse: quello fornito da esperti, tutti i giorni della settimana tranne la domenica ed  il sabato pomeriggio, quello, invece, in automatico, è attivo 24 ore su 24. Ogni contatto telefonico avviene, ovviamente, con il rispetto di rigorose procedure di sicurezza.

Oltre gli interventi dei relatori, diversi sono stati quelli degli imprenditori presenti, soprattutto sulla difficoltà di rapporti esistente tra imprese e banche. A questo proposito anche il sindaco dell’Aquila Antonio Centi ha voluto intervenire, sottolineando la necessità di un sistema bancario più vicino alle aziende, buone realtà da sostenere ed appoggiare allo scopo di una crescita del nostro territorio.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Condividi