Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieUfficio Stampa“LA REGIONE PRENDA IN MANO IL TERRITORIO O ASSUMEREMO DECISIONI ESTREME”

“LA REGIONE PRENDA IN MANO IL TERRITORIO O ASSUMEREMO DECISIONI ESTREME”

Un incontro pubblico è stato concordato dal Presidente Regionale dell’Anef (Associazione Nazionale Esercenti Funiviari) GIANCARLO BARTOLOTTI per fare il punto sulla programmazione delle future stagioni sciistiche. Nessuno degli impegni sui quali la Regione si era detta in grado di definire una startegia è stato assunto, e per il prossimo anno non si sa ancora cosa e come fare: addirittura siamo al paradosso per il quale ciascun Comune rilascia una propria concessione e con un prezzo proprio! Il territorio è abbandonato a se stesso e l’assenza di alcuna pianificazione impedisce di lavorare: che la Regione non riesce a garantire lo stretto indispensabile per far funzionare gli impianti sembrerebbe uno scherzo. Ma tant’è.

Solo la Provincia ha compreso l’importanza del problema, e ha fatto tutto quanto era in suo potere, ma la pianificazione spetta alla Regione Abruzzo. La Presidente Stefania Pezzopane ed il suo Assessore all’Urbanistica e Montagna Celso Cioni hanno invitato gli Assessori Regionali ai Trasporti e all’Ambiente, Ginoble e Caramanico, ad un confronto con la categoria degli impiantisti, onde definire una volta per tutte ed ufficialmente le intenzioni della Regione.

            L’incontro è fissato per

LUNEDI’ 1 OTTOBRE

ORE 12,30

PRESSO LA SALA CONFERENZE DI CONFINDUSTRIA L’AQUILA

All’ordine del giorno:

1)      definizione del programma regionale dei Bacini Sciistici;

2)      definizione e approvazione urgente della legge regionale sulla sicurezza sulle piste;

3)      semplificazione delle procedure burocratiche volte al rilascio delle autorizzazioni per l’installazione e sostituzione degli impianti sciistici e relativi finanziamenti;

4)      progetto di skipass regionale per l’Abruzzo da concretizzare con l’aiuto delle istituzioni.

 

                      Il turismo montano, invernale ed estivo, ad oggi è l’unico settore economico sul quale la provincia dell’Aquila può contare: non ci sono altre alternative, non si capiscono le motivazioni di tanta inconcludenza.

All’ignavia o all’incompetenza delle Istituzioni assenti la categoria degli impiantisti reagirà con una protesta dura ed estrema.

La stampa è invitata a partecipare.

 

SAREBBE GRADITA MENZIONE NELLA PAGINA REGIONALE

 

 

L’Aquila, 28 settembre 2007

 

 

 

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Condividi