Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'industrialeLA NOSTRA MISSIONE E LA NOSTRA VISIONE

LA NOSTRA MISSIONE E LA NOSTRA VISIONE

Noi siamo il nuovo capitalismo del XXI secolo, in cui i valori centrali dell’impresa (intraprendenza, assunzione del rischio e responsabilità) diventano gli elementi propulsivi di un modello di società che offre il massimo di opportunità e valorizza al meglio le capacità di tutti i soggetti.

 

Il nostro impegno è contribuire a progettare un futuro che non perpetui fenomeni di esclusione o di privilegio, superi l’assistenzialismo, l’alto tasso di statalismo e abbatta le barriere alla crescita personale e sociale. Un futuro che sappia dare una speranza, soprattutto ai giovani e a tutti coloro che con noi condividono l’oblettivo di una società più giusta, equilibrata e civile.

 

A tale scopo propugnamo un associazionismo improntato alla ricerca comune, alla proposta e al confronto franco e leale.  Perseguiamo una partecipazione tesa al miglioramento di tutti noi e alla valorizzazione del merito, per essere protagonista autonomi, coerenti ed efficaci nell’arena sociale e politica.

 

Ci proponiamo a tutti i soggetti della società italiana come alleati–,Per la crescita economica e lo sviluppo civile, cercando attraverso iniziative e collaborazioni concrete di trasferire la cultura d’impresa, i valori di una vera economia di mercato e di una società democratica e aperta.

 

 

vogliamo che il Movimento operi con sempre maggiore incisività perché in Italia si pongano le basi per un nuovo modello di capitalismo che sappia valorizzare la grande energia imprenditoriale diffusa per affrontare i problemi sociali e strutturali che minano lo sviluppo del paese.

 

 

Vogliamo essere presenti nel Sistema confederale. per rendere la rappresentanza imprenditoriale sempre più consapevole del compiti che la attendono, sempre più incisiva, e favorire l’adozione degli strumenti operativi più adeguati.

 

A tutti i cittadini e í soggetti che operano per lo sviluppo della società italiana proponiamo alcune battaglie comuni per:

creare nuova occupazione liberando il salario e l’accesso al lavoro dal vincoli attuali;

 

 

stimolare la crescita attraverso un fisco che premi il profitto e stimoli l’investimento produttivo;

 

favorire Iniziativa economica con un effettivo pluralismo finanziario (conseguito da reali privatizzazioni, dalla costituzione di un migliore rapporto banca-impresa e dallo sviluppo del mercato del capitali);

 

accelerare l’integrazione europea sia come entità politica forte sia come mercato reale aperto abbandonando la pura logica monetarista oggi prevalente;

 

integrare in misura sempre crescente impresa e società per una qualità della vita che sia anche moltiplicatore di opportunità imprenditoriali;

 

favorire la selezione di una nuova classe dirigente attrezzata al governo del capitalismo del XXI secolo.

 

Porre le basi del nuovo capitalismo oggi significa:

 

mettere al centro dell’economia e della società la libera iniziativa privata;

 

affermare il ruolo sociale dell’impresa;

 

facilitare    le   condizioni   di    accesso al ruolo di imprenditore e, più in generale, al lavoro autonomo;

 

far   evolvere    il   “familismo  imprenditoriale” verso “l’impresa Familiare professionale” e aperta al capitale di’

rischio;

Vivere 1’etica e la trasparenza nei comportamenti e nelle azioni come pre-requisito di cittadinanza economica; ed essere rispettosi dell’ambiente come risorsa di tutti e delle generazioni future;

 

combattere il conformiamo in tutti i campi; essere aperti al nuovo, al diverso, all’Innovazione anche se sfide rischiose

 

Vogliamo che il Sistema in tutte le sue articolazioni rafforzi la propria capacità di rappresentanza attraverso:

 

una leadership come soggetto economico e anche politico di alta credibilità e propositività;

 

lo sviluppo della partecipazione;

 

la sensibilizzazione all’impegno.

 

L’efficacia del Sistema Confindustriale dovrà essere perseguito attraverso:

 

una forte azione di lobby;

 

il coordinamento e il migliore impiego della risorse, al centro come in periferia;

 

la trasversalità dei servizi e delle competenze.

 

La logica della trasversalità e del coordinamento dovrà caratterizzare anche la ricerca di sinergie con soggetti ed Enti esterni al Sistema.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Condividi