Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'Aquila“La Giovane Impresa nelle Università”: un progetto di orientamento all’attività d’impresa promosso dall’ONG FilmInArt dell’Aquila

“La Giovane Impresa nelle Università”: un progetto di orientamento all’attività d’impresa promosso dall’ONG FilmInArt dell’Aquila

La Giovane Impresa nelle Università è stato ufficialmente presentato all’Aquila presso la  Facoltà di Economia, attualmente ospitata nella struttura della Reiss Romoli.

L’evento, della durata di tre ore, ha avuto l’obiettivo di rafforzare le motivazioni verso il lavoro autonomo e lo spirito di iniziativa dei giovani studenti universitari di ogni facoltà verso l’imprenditorialità, nonché di coinvolgere le Università nella promozione e nella formazione dello spirito imprenditoriale all’interno dei corsi di studi. All’uopo sono state presentate anche le politiche e le opportunità per i giovani studenti che intendono intraprendere un’attività imprenditoriale.

Nel corso dell’evento è stato presentato il progetto “La Giovane impresa”, finanziato dal Dipartimento della Gioventù, fondo per le politiche giovanili anno 2009, e promosso dall’ONG FilmInArt dell’Aquila. Partner dell’iniziativa sono state la Facoltà di Economia dell’Università dell’Aquila, la facoltà di Scienze della Formazione dell’Università Gabriele d’Annunzio di Chieti-Pescara, le Associazioni datoriali Confindustria e CNA dell’Aquila, l’Accademia Avignon delle PMI e dell’Artigianato per l’Europa di Bruxelles e la Settimana Europea delle Imprese.

Con il progetto, partito lo scorso maggio in Abruzzo, Molise, Lazio e Puglia, si vuole dare corso ad un programma di iniziative della durata di due anni  che, attraverso seminari tematici, simulazione d’impresa, tutoraggi per businness plan, visite alle imprese e alle strutture di riferimento, produzione di nuovi strumenti di guida on line tramite la creazione di un portale web,  stimoli lo spirito e l’iniziativa imprenditoriale nei giovani studenti delle Università.

Relatore è stato il dott. Blando PalmieriTeam Europe-Commissione UE-project manager dell’Accademia Avignon dell’Artigianato e delle PMI per l’Europa di Bruxelles e due rappresentanti di Confindustria e di CNA.  Nel corso della conferenza è stato proiettato un filmato che ha presentato i casi di successo di giovani imprenditori.

Protocollo d’intesa tra Fondazione Carispaq, Confidi e Carispaq per gli operatori economici del “cratere”

 

I Confidi provinciali, la Fondazione Carispaq e la Carispaq spa hanno sottoscritto Protocolli d’intesa volti a cogarantire finanziamenti fino a max 5 anni destinati al rilancio produttivo delle pmi provinciali inserite nel cosiddetto “cratere sismico”: lo stanziamento è di 2 milioni di euro messi a disposizione dall’A.C.R.I. (Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio). Il massimale finanziabile per ogni azienda è di 100 mila euro con una garanzia dell’80%, di cui il 40% a carico del Confidi ed il 40% a carico della Fondazione Carispaq. 

I beneficiari sono le Pmi industriali, commerciali, artigiane, agricole che intendano riaprire (o abbiano già riaperto) l’attività danneggiata dal sisma in uno dei 42 Comuni della provincia dell’Aquila inseriti nel cosiddetto “cratere”.

I Finanziamenti sono previsti a rimborso rateale della durata massima di 60 mesi, di cui 12 in preammortamento ove richiesto dal beneficiario. Sono destinati alla copertura dei costi di ricostruzione o riparazione dei locali destinati all’attività dell’impresa; delle spese per ripristino scorte; all’acquisto macchinari, attrezzature e arredi; alle esigenze di liquidità.

L’importo massimo per scorte e investimenti è del 90% della spesa da sostenere (IVA inclusa) – e, comunque, fino  a un massimo di 100mila euro – e di 30mila euro per liquidità.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi