Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieL'AquilaL’Aquila, Salone Ricostruzione, Centi – Anci Abruzzo: una vetrina nazionale e… una scossa all’indolenza

L’Aquila, Salone Ricostruzione, Centi – Anci Abruzzo: una vetrina nazionale e… una scossa all’indolenza

 

“Il Salone della Ricostruzione inventato da CARSA e Roberto Di Vincenzo ha avuto almeno tre meriti: rispondere a una domanda concreta del territorio, farne un’occasione per tenere accesa l’attenzione nazionale sulla città, dare una scossa a una certa indolenza dell’imprenditoria aquilana”, dichiara Antonio Centi, presidente dell’ANCI Abruzzo, la sezione regionale dell’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani che ha riconosciuto il proprio patrocinio alla fiera che prenderà il via all’Aquila il prossimo 24 maggio. “Roberto Di Vincenzo e CARSA hanno saputo cogliere con sensibilità e indubbie capacità un’esigenza oggettiva che c’era all’Aquila: materializzare le ipotesi sulla ricostruzione in termini di offerta concreta. Una felicissima intuizione. La prima edizione del Salone ne ha dimostrato le potenzialità, con un grande riscontro di partecipazione e guadagnando quella risonanza nazionale che ha permesso agli organizzatori per questa seconda edizione di stringere collegamenti coi saloni nazionali più prestigiosi – come il SAIE di Bologna, per citare il più autorevole. Ora il Salone si sta consolidando come un appuntamento fisso della città, destinato a conquistare sempre più espositori e visitatori e soprattutto a diventare un punto di riferimento italiano delle nuove tecniche costruttive, anche specificamente anti-sismiche, e più in generale delle ultime applicazioni tecnologiche nel settore dell’edilizia e della bio-edilizia.

Auspico anche che il sistema produttivo si dia da fare, svegliandosi da una certa pigrizia strutturale che ci penalizza, e che gli operatori tutti insieme riescano a convogliare le proprie energie per conferire un  respiro più ampio ancora al progetto, tale da far crescere il territorio nel suo insieme. Uniti si può fare di più e meglio.”

Lei vede delle potenzialità ancora inespresse del Salone, delle opportunità da approfondire in futuro? “Tra i molti pregi del Salone ci sono le potenzialità che ha attivato e che sono ancora tutte da sviluppare. Penso in particolare a un collegamento più forte con l’Università e specificamente con la Facoltà di Ingegneria, che all’Aquila è avanguardia sui temi dei sistemi anti-sismici, dei nuovi materiali e delle tecniche di progettazione e costruzione. Per la terza edizione, se dovessi pormi degli obiettivi di crescita, darei questa ricetta: maggiore integrazione strutturale tra imprese e ricerca universitaria, maggiore capacità di fare rete sul territorio, disponibilità a rendersi megafono e intermediario delle idee progettuali dei sistemi universitari con le PA locali e nazionale.”

 

Print Friendly, PDF & Email