Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieItalia e EuropaItalia: su le retribuzioni, giù l’occupazione

Italia: su le retribuzioni, giù l’occupazione

Dati contrastanti sulle grandi imprese. Se da un lato secondo l’ultimo comunicato dell’Istat la retribuzione lorda, al netto dei dipendenti in Cig, è aumentata dello 0,7% nel 2011, l’occupazione nelle grandi imprese, a dicembre scorso, ha segnato una flessione dello 0,5% rispetto a un anno prima e al lordo della Cig. Il calo è dello 0,7% al netto dei dipendenti in Cig. Tra gli altri dati viene segnalata la crescita del costo del lavoro, mentre per il solo dicembre la retribuzione lorda per ora lavorata al netto della stagionalità è salita dello 0,8% su novembre, mentre l’indice grzzo è aumentato del 5,3 per cento.
Retribuzioni – Guardando ai singoli settori, nelle grandi imprese dell’industria la retribuzione lorda per ora lavorata diminuisce (al netto della stagionalità) dello 0,3% rispetto al mese di novembre. Nel confronto con dicembre 2010 l’indice grezzo cresce del 6,5 per cento. Nei servizi la retribuzione lorda per ora lavorata segna, al netto della stagionalità, un aumento congiunturale dell’1,4%, mentre l’indice grezzo registra una crescita tendenziale del 4,8 per cento. La retribuzione lorda per dipendente nelle grandi imprese dell’industria segna a dicembre un incremento tendenziale dell’1,4%; per la sola componente continuativa per lavoro ordinario l’aumento è del 2,1%. Nei servizi la retribuzione lorda per dipendente segna in termini tendenziali una variazione nulla; per la sola componente continuativa per lavoro ordinario si registra un calo dello 0,3 per cento.
Occupazione – A dicembre l’occupazione nelle grandi imprese dell’industria (misurata al netto della stagionalità) registra, rispetto al mese precedente, una variazione nulla al lordo della Cig e un aumento dello 0,2% al netto della Cig. In termini tendenziali gli indici grezzi diminuiscono dell’1,3% al lordo dei dipendenti in Cig e dell’1,6% al netto dei dipendenti in Cig. Nei servizi l’occupazione (al netto della stagionalità) segna, in termini congiunturali, una crescita sia la lordo sia al netto della Cig (rispettivamente +0,2% e +0,1%). Gli indici grezzi registrano, in termini tendenziali, -0,1% al lordo della Cig e -0,2% al netto della Cig.
Servizi – Al lordo della Cig l’indice diminuisce, rispetto a dicembre 2010, del 2,4% nella fornitura di energia elettrica, gas, vapore ed aria condizionata, dell’1,3% nel settore delle attività manifatturiere e dello 0,6% nel settore delle costruzioni. Nel settore della fornitura di acqua; reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento l’occupazione aumenta dello 0,7%. Nelle grandi imprese dell’industria, le ore lavorate per dipendente (al netto dei dipendenti in Cig e della stagionalità) aumentano a dicembre dell’1,6% rispetto al mese precedente; in termini tendenziali, al netto degli effetti di calendario, si registra un aumento dell’1,8%. Nei servizi le ore lavorate per dipendente (al netto dei dipendenti in Cig e della stagionalità) diminuiscono dello 0,4% in termini congiunturali; l’indice depurato dagli effetti di calendario segna una diminuzione tendenziale dell’1,3 per cento.

Print Friendly, PDF & Email