Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieItalia e EuropaItalia: quasi 5mln per la promozione della cultura scientifica

Italia: quasi 5mln per la promozione della cultura scientifica

Ricordiamo che il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha pubblicato il bando per la diffusione della Cultura scientifica, in attuazione della legge n. 6 del 10 gennaio 2000, con uno stanziamento complessivo di14 milioni e 931mila euro. 
Tre gli strumenti di intervento: contributi annuali a soggetti pubblici e privati; finanziamenti triennali per il funzionamento di enti, strutture scientifiche, fondazioni e consorzi; accordi e intese con amministrazioni e università.
Obiettivo del bando è favorire la cultura delle scienze matematiche, fisiche e naturali e delle tecniche derivate, ma anche contribuire alla tutela e alla valorizzazione del patrimonio tecnico-scientifico di interesse storico conservato in Italia.
Per quanto riguarda i contributi annuali per l’attuazione della legge 6/2000, il bando stanzia 3.967.250 euro, a favore di soggetti aventi tra i propri fini:
la diffusione della cultura tecnico-scientifica;
la tutela e la valorizzazione del patrimonio naturalistico, storico-scientifico, tecnologico ed industriale;
la realizzazione di attività di formazione e di divulgazione rivolte ai cittadini ed in particolare ai giovani.
Relativamente al finanziamento di enti, strutture scientifiche, fondazioni e consorzi, le risorse disponibili ammontano a 6.393.500 euro, per soggetti impegnati nella diffusione della cultura scientifica e nella valorizzazione del patrimonio storico-scientifico, che abbiano svolto con continuità attività coerenti con le finalità della legge n. 6/2000.
Infine, quanto alla stipula di accordi con enti pubblici e privati e università, l’avviso stanzia 4.570.500 euro, per amministrazioni attive nella diffusione della cultura tecnico-scientifica, nella tutela del patrimonio naturalistico e nella formazione sui problemi della ricerca e della sperimentazione scientifica.
Le domande possono essere presentate, in modalità telematica, entro le ore 17 del 28 settembre 2012.

Print Friendly, PDF & Email