Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieItalia e EuropaItalia. Piano Industria 4.0: tante possibilità per le imprese

Italia. Piano Industria 4.0: tante possibilità per le imprese

Il Piano Industria 4.0 prevede un insieme di misure organiche e complementari in grado di favorire gli investimenti per l’innovazione e per la competitività. Il Piano investe tutti gli aspetti del ciclo di vita delle imprese che vogliono acquisire competitività, offrendo un supporto negli investimenti, nella digitalizzazione dei processi produttivi, nella valorizzazione della produttività dei lavoratori, nella formazione di competenze adeguate e nello sviluppo di nuovi prodotti e processi.

Campo di applicazione – I nuovi processi produttivi si basano su :

– tecnologie di produzione di prodotti realizzati con nuovi materiali
– meccatronica
– robotica
– utilizzo di tecnologie ICT avanzate per la virtualizzazione dei processi di trasformazione
sistemi per la valorizzazione delle persone nelle fabbriche.

Linee di azione –
Iper e super ammortamento: Supportare e incentivare le imprese che investono in beni strumentali nuovi, in beni materiali e immateriali (software e sistemi IT) funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi

Credito all’innovazione: Sostenere le imprese che richiedono finanziamenti bancari per investimenti in nuovi beni strumentali, macchinari, impianti, attrezzature di fabbrica a uso produttivo e tecnologie digitali (hardware e software)
Contributo in conto interessi da 2,75% a 3,57%

Credito d’imposta R&S: Stimolare la spesa privata in Ricerca e Sviluppo per innovare processi e prodotti e garantire la competitività futura delle imprese
Credito d’imposta su spese incrementali in ricerca e sviluppo: 50%

Patent Box: Rendere il mercato italiano maggiormente attrattivo per gli investimenti nazionali ed esteri di lungo termine, prevedendo una tassazione agevolata su redditi derivanti dall’utilizzo della proprietà intellettuale. • Incentivare la collocazione in Italia dei beni immateriali attualmente detenuti all’estero da imprese italiane o estere e al contempo incentivare il mantenimento dei beni immateriali in Italia, evitandone la ricollocazione all’estero. • Favorire l’investimento in attività di Ricerca e Sviluppo
Riduzione aliquote IRES e IRAP su redditi da beni immateriali fino al 50%

Strat Up e PMI innovative: Sostenere le imprese innovative in tutte le fasi del loro ciclo di vita. • Favorire lo sviluppo dell’ecosistema nazionale dell’imprenditoria innovativa. • Diffondere una nuova cultura imprenditoriale votata alla collaborazione, all’innovazione e all’internazionalizzazione.
Detrazioni fiscali per investimenti in capitale di rischio fino al 30%

Fondo di garanzia: Sostenere le imprese e i professionisti che hanno difficoltà ad accedere al credito bancario perché non dispongono di sufficienti garanzie
Garanzia pubblica sul finanziamento all’80%

ACE (Aiuto alla crescita economica) : Incentivare il rafforzamento patrimoniale delle imprese italiane attraverso il finanziamento con capitale proprio, al fine di ottenere strutture finanziarie più equilibrate fra fonti e impieghi e fra capitale di rischio e debito, e quindi più competitive.
Rendimento nozionale del nuovo capitale proprio: 2,3% (2017) – 2,7% (dal 2018)

IRES, IRI e contabilità per cassa: Ridurre la pressione fiscale per le imprese che investono nel futuro lasciando gli utili in azienda.
Riduzione IRES e IRI al 24%

Salario di produttività: Favorire l’incremento di produttività spostando la contrattazione a livello aziendale e introducendo scambi positivi tra aumenti di efficienza e incrementi salariali per i lavoratori. • Promuovere l’integrazione sussidiaria del welfare aziendale alle forme di welfare pubblico (previdenza complementare, sanità integrativa, ecc.). • Favorire le forme di partecipazione organizzativa dei lavoratori.
Tassazione agevolata per premi salariali: 10%

Print Friendly, PDF & Email