Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieItalia e EuropaItalia: pareggio di bilancio nel 2013. Ma senza crescita

Italia: pareggio di bilancio nel 2013. Ma senza crescita

Troppe tasse, ma il pareggio di bilancio potrebbe arrivare già nel 2013. Ignazio Visco, governatore della Banca d’Italia, spiega che per il risanamento dei conti ”si è pagato il prezzo di un innalzamento della pressione fiscale a livelli oramai non compatibili con una crescita sostenuta. L’inasprimento non può che essere temporaneo”. Ma per ridurre le tasse sono necessari sia lotta all’evasione si il taglio delle spese. “Tirarci fuori dallo stretto passaggio che attraversiamo impone costi a tutti. Sono costi sopportabili se ripartiti equamente e con una meta chiara” dice il governatore nelle considerazioni finali all’assemblea annuale avvertendo che “il percorso non sarà breve”. “La sfida ora si sposta: occorre trovare oltre a più ampi recuperi di evasione, tagli di spesa che compensino il necessario ridimensionamento del peso fiscale. Se accuratamente identificati e ispirati a criteri di equità, i tagli non comprometteranno la crescita; potranno concorrere a stimolarla se saranno volti a rimuovere inefficienze dell’azione pubblica, semplificare i processi decisionali, contenere gli oneri amministrativi. I margini disponibili per ridurre il debito anche con la dismissione di attività in mano pubblica vanno utilizzati pienamente”.

Print Friendly, PDF & Email