Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieItalia: nel decreto sviluppo 12 condoni

Italia: nel decreto sviluppo 12 condoni

Sono 12 le sanatorie previste nella bozza del decreto sviluppo che sta per essere esaminata dal consiglio dei Ministri. Si va dalla possibilita’ di integrare le dichiarazioni relative ai periodi di imposta

per i quali i termini di presentazione sono scaduti entro il 30 settembre 2011, alla definizione delle liti pendenti con il pagamento di somme di denaro, alla riduzione delle sanzioni e degli interssi dovuti per i ritardati pagamenti di tributi locali fino alla regolarizzazione del canone Rai e dei manifesti politici abusivi.

Ecco di seguito le sanatorie previste nella bozza:
– RIAPERTURA DEI TERMINI PER GLI ANNI PREGRESSI: Potranno essere integrate le dichiarazioni relative ai periodi di imposta per i quali i termini per la presentazione sono scaduti il 30 settembre 2011. L’integrazione si perfeziona con il pagamento dei maggiori importi dovuti entro il 2 aprile 2012 con esclusione degli interessi maturati.
– REGOLARIZZAZIONE DELLE SCRITTURE CONTABILI: Le societa’ di capitali, quelle in nome collettivo e in accomandita semplice, nonche’ le persone fisiche e gli enti non commerciali potranno specificare i nuovi elementi attivi e passivi o le loro variazioni. Sulla base delle quantita’ e dei valori cosi’ evidenziati, i soggetti potranno procedere a ogni effetto alla regolarizzazione delle scritture contabili apportando le variazioni nell’inventario, nel rendiconto o nel bilancio chiuso al 31 dicembre 2010.
– DEFINIZIONE DELLE LITI PENDENTI: le liti pendenti di cui e’ parte l’agenzia delle entrate potranno essere definite von il pagamento di 150 euro se la lite e’ di importo fino a 2.000 euro e pari al 10% del valore della lite sopra tale soglia.
– ACCERTAMENTO CON ADESIONE: I contRibuenti potranno definire le liti con l’Agenzia delle Entrate mediante accettazione degli importi proposti. Sulle maggiori imposte non sono dovuti interessi e le sanzioni sono ridotte a un sedicesimo del minimo.
– DEFINIZIONE DEI TRIBUTI LOCALI: Gli enti locali potranno ridurre sanzioni e interessi per il ritardato pagamento dei tributi loro dovuti.
– DEFINIZIONE AGEVOLATA PER IMPOSTE REGISTRO, IPOTECARIA, CATASTALE, SUCCESSIONI E DONAZIONI: I valori per i beni assoggettabili a procedimento di definizione sono definiti con l’aumento del 25%, a istanza dei contribuenti da presentare entro il 2 aprile 2012.
– DEFINIZIONE DEGLI IMPORTI NON VERSATI: Relativamente ai carichi inclusi in ruoli emessi da uffici statali e affidati agli agenti della riscossione fino al 31 dicembre 2010, i debitori possono estinguere il debito senza corrispondere gli interessi di mora e con il pagamento di una somma pari al 25% dell’importo iscritto a ruolo e di quelle dovute all’agente di riscossione a titolo di rimborso per le spese sostenute.
– CANONE RAI E MANIFESTI PUBBLICI ABUSIVI: sara’ possibile sanare il mancato pagamento del canone Rai versando 50 euro per ogni annualita’ dovuta. Per i manifesti la sanatoria prevede il versamento di 750 euro per anno e per provincia, per il complesso delle violazioni.
– PROROGA TERMINI IVA: sono prorogati di due anni i termini per risolvere la violazione di obbligo di dichiarazione Iva.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi