Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieItalia e EuropaItalia, meno Irpef e più Iva: “penalizzati i più poveri”

Italia, meno Irpef e più Iva: “penalizzati i più poveri”

L’effetto combinato ‘meno Irpef piu’ Iva’ “penalizzera’ le persone in gravi difficolta’ economiche: i pensionati al minimo, i titolari di assegno sociale e i cassaintegrati subiranno l’aumento dell’Iva ma nessun beneficio dalla riduzione delle aliquote Irpef”. Lo afferma la Cgia di Mestre che ha svolto un’indagine. A regime, spiega lo studio, “questi aumenti potranno raggiungere i 75 euro all’anno. Avverra’ cio’, perche’ gran parte di queste categorie di contribuenti rientrano nella cosiddetta ‘no tax area’. Ovvero, nell’area in cui non si pagano le imposte sui redditi”. “Sono certo – commenta Giuseppe Bortolussi della Cgia di Mestre – che in sede di conversione del disegno di legge questa svista sara’ eliminata. In una fase di crisi cosi’ profonda non si possono certo penalizzare i pensionati al minimo, i disoccupati o i cassaintegrati che, nella stragrande maggioranza dei casi, rientrano nell’area di esenzione fiscale e quindi non potranno godere della diminuzione delle aliquote dell’Irpef prevista dalla legge di stabilita’”.
   Secondo l’elaborazione degli artigiani di Mestre un pensionato al minimo di 66 anni con un reddito annuo di 7.321 euro “se manterra’ gli stessi consumi del 2012, nel 2013 si ritrovera’ a pagare 22,75 euro in piu’ di Iva, mentre nel 2014 l’aumento salira’ a 45,50 euro”. Prendendo invece ad esempio un pensionato titolare di assegno sociale con un reddito annuo di 5.577 euro questo, “se manterra’ gli stessi consumi del 2012, nel 2013 paghera’ 16,2 euro in piu’ e nel 2013 subira’ un aggravio di 32,4 euro”. Ancora peggiori le conseguenze che subira’ un cassaintergrato con moglie e un figlio a carico con un’indennita’ di circa 900 euro al mese: “Se questo nucleo familiare terra’ gli stessi consumi del 2012, nel 2013 l’aggravio dovuto all’aumento dell’Iva sara’ di 35 euro, mentre nel 2014 il maggior carico fiscale sara’ di 71 euro.

Print Friendly, PDF & Email