Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieItalia e EuropaItalia. Lavoro, nel terzo trimestre sessantamila nuovi rapporti di lavoro

Italia. Lavoro, nel terzo trimestre sessantamila nuovi rapporti di lavoro

Nel terzo trimestre del 2014 il Sistema Informativo delle Comunicazioni Obbligatorie ha registrato 2.474.112 avviamenti di nuovi rapporti di lavoro dipendente e parasubordinato, quasi 60 mila in piu’ rispetto allo stesso periodo del 2013 (+2,4%). Lo comunica il ministero del Lavoro, sottolineando che circa il 67% delle nuove assunzioni si e’ concentrato nel settore dei Servizi (1.655.489 unita’) comparto che, rispetto allo stesso trimestre del 2013, perde lo 0,5% dei contratti avviati. Nei settori Agricoltura e Industria il volume di contrattualizzazioni e’ risultato pari a, rispettivamente, 471.673 (il 19,1%) e 346.950 unita’ (il 14%) facendo registrare incrementi significativi. Da rilevare l’aumento delle nuove contrattualizzazioni nell’Industria in senso stretto (+8,8%) che censisce 16.638 assunzioni in piu’ rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Rispetto al terzo trimestre del 2013, si segnala un rilevante incremento del numero dei contratti avviati a tempo indeterminato (+7,1%, pari a 26.504 unita’ in piu’) una crescita che ha riguardato entrambi i generi con pari intensita’. Ad aumentare sono anche i rapporti di lavoro in apprendistato (+3,8% pari a 2.184 nuove attivazioni) i contratti a tempo determinato (+1,8% pari a 30. 721 unita’) e le collaborazioni (+1% ovvero 1.540 unita’ in piu’) mentre decrescono dell’1,4% i rapporti di lavoro avviati in “altra tipologia” di contratto. Nel trimestre analizzato sono state registrate 2.415.928 cessazioni di rapporti di lavoro, di cui 1.125.421 hanno riguardato donne e 1.290.507 hanno riguardato uomini Rispetto al terzo trimestre 2013, il numero delle cessazioni risulta in aumento dello 0,9%, pari a +22.668 unita’. Rispetto allo stesso trimestre del 2013, si osserva una netta contrazione delle cessazioni nei settori delle Costruzioni (-3,7%) e nei Servizi (-0,9%); all’opposto si registrano incrementi rilevanti in Agricoltura (+9%) e nell’Industria in senso stretto (+8,1%). Nel periodo in osservazione, si conferma il trend contrattivo delle cessazioni per dimissioni (in calo del 4,3% rispetto al III trimestre dell’anno precedente) e delle cessazioni per licenziamento (in diminuzione del 3,3%). I lavoratori interessati da cessazioni nel III trimestre 2013 sono stati 1.910.394, lo 0,2% in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Print Friendly, PDF & Email