Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieItalia e EuropaItalia, Grandi Opere: solo 11% ultimato

Italia, Grandi Opere: solo 11% ultimato

Le grandi opere della legge obiettivo concluse sono l’11,1% del totale del programma varato a partire dal 2002: lavori arrivati al traguardo per 40,8 miliardi a fronte di un piano di 374 miliardi. Se le opere concluse le raffrontiamo, però, non al totale del piano delle opere incluse nella legge obiettivo (molte delle quali mai partite), ma solo con il totale delle opere effettivamente approvate dal Cipe (124,5 miliardi), la quota percentuale delle opere concluse si alza al 32,7%. Il piano integrale da 374 miliardi è coperto per il 41% visto che le disponibilità finanziarie ammontano a 155,2 miliardi. I dati sono contenuti nel settimo Rapporto del servizio Documentazione e ricerche della Camera dei deputati, realizzato in collaborazione con l’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici.
Il report evidenzia la «stabilizzazione del perimetro» del programma grandi opere e «un modesto avanzamento delle opere con contratto, cantierate o prossime a esserlo, e di quelle concluse». Le opere concluse sono cresciute di 6,5 miliardi rispetto ai 34,3 (+19%), quelle con contratto sono cresciute di 10 miliardi fino a 83,6 (+13,5%). Si registra una tendenza al ritardo nei tempi di attuazione, «anche a causa delle varianti e del contenzioso».
Il rapporto evidenzia anche «una nuova attenzione per le infrastrutture volte a migliorare l’offerta trasportistica nel Mezzogiorno» soprattutto in virtù del Piano nazionale per il Sud, ma molte di queste opere decolleranno solo nei prossimi anni.
L’ultimo tema è quello dei finanziamenti privati, che crescono sul totale dei finanziamenti (34%) e pure svelano il ritardo effettivo del Sud. A settembre 2012 l’86% delle risorse private era localizzato nel centro-nord e solo il 14% nel Mezzogiorno.
Da Il sole 24 ore

Print Friendly, PDF & Email