Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieItalia e EuropaItalia: Fisco minaccia controlli, auto lusso in saldo

Italia: Fisco minaccia controlli, auto lusso in saldo

Il Fisco del dopo blitz di Cortina e Portofino minaccia controlli a tappeto su chi ha superbolidi e megaSuv ma dichiara redditi da operaio in cassa integrazione? Subito è scattata la contromossa di chi si sente in quella sottile zona grigia che passa dall’elusione al rischio evasione vera e propria per decidere di vendere la sua amata superauto in cambio di un’automobile di minore cilindrata magari vicino o meglio sotto ai duemila cc. Basta andare in qualsiasi concessionario di auto di lusso in questi giorni di inzio anno per sentire racconti sempre uguali e offerte da saldo raccontate a mezza bocca: vendo Porsche Cayenne del 2011 a 75mila euro rispetto a un prezzo di listino di 95mila euro con appena 2.500 km percorsi. Cedo Porsche Cayenne del 2010 a 65mila euro e soli 20mila km. E così via in una litania sempre uguale anche per altri bolidi di altre marche da sogno.
Come mai? La paura dei famosi controlli dei segugi del fisco sta giocando un ruolo determinante, a volte più psicologico che reale per decidere di vendere a prezzi stracciati. A Cortina d’Ampezzo a fine anno il fisco ha controllato ben 251 supercar di lusso o di grossa cilindrata. Fra le 133 intestate a persone fisiche ben 42 risultavano appartenenti a soggetti dal reddito dichiarato inferiore ai 30.000 euro lordi all’anno. Le Fiamme gialle della perla delle Dolomiti hanno incrociato i dati ottenuti dall’Agenzia delle Entrate riguardo ai veicoli sopra ai 185 kW (più di 251 CV) immatricolati di recente, dove risultava che oltre il 31% dichiara meno di 20.000 euro lordi, mentre un’altra fetta corrispondente al 36% dichiara tra i 20 e i 50 mila euro, sempre lordi.
Se dunque il fisco promette indagini approfondite a tappeto su chi possiede auto dai 3mila di cilindrata in su scatta la decisione di vendere. Così l’imperativo, partito da molti commercialisti, è stato quello di vendere – rivelano i concessionari – per passare ai 2mila cc (tetto massimo) e non incappare nei controlli della finanza.
Così i prezzi sul mercato dell’usato delle Porsche Cayenne e mega SUV sono scesi per un abbondante offerta sul mercato. Una buona occasione per chi sognava da tempo di fare acquisti su questo settore di nicchia che ora può trovare occasioni veramente a buon mercato a condizione che non tema i controlli del fisco, i rincari della benzina, l’IPT, i biglietti autostradali e i rincari delle assicurazioni.
Fonte: sole 24 ore

Print Friendly, PDF & Email