Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieItalia e EuropaItalia, farmaci: ancora poca informazione sui generici

Italia, farmaci: ancora poca informazione sui generici

Il farmaco equivalente, o generico, potrebbe vivere una stagione fortunata complice la crisi economica che colpisce l’Italia. Invece resta al palo. Anche nel caso di malattie complesse ‘al femminile’ (osteoporosi, diabete, depressione, problematiche cardiovascolari) dove l’uso del generico garantirebbe un importante risparmio. Secondo un’indagine presentata oggi a Milano svolta dall’Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna (O.N.Da), per 1 donna su 5 la spesa, anche se limitata al solo ticket che spesso va moltiplicato per piu’ farmaci, puo’ rappresentare un serio ostacolo alla prosecuzione del trattamento.Un problema particolarmente avvertito dalle donne in trattamento cronico per osteoporosi e depressione, dove si registra il piu’ alto tasso di interruzioni nelle terapia a causa di una spesa mensile di circa 25-35 euro per farmaci quasi tutti totalmente a carico personale. Sono ancora i costi a indurre 1 donna su 4 a decidere in autonomia di ridurre il dosaggio o addirittura di sospendere la cura, con alti rischi sulla salute. Rischi e costi che potrebbero essere contenuti se i farmaci generici fossero maggiormente conosciuti. L’indagine, condotta su oltre mille donne in terapia cronica, con eta’ media 58 anni ed equamente distribuite sul territorio, mostra che sui generici si sentono poco informate: solo meta’ li utilizza anche se quasi tutte ne hanno sentito piu’ o meno parlare, ma il 70% fra le donne che seguono ancora le terapia con i farmaci di marca, sarebbe favorevole al cambiamento se consigliato dal medico (58%).

Print Friendly, PDF & Email