Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieItalia: deferimento da UE per golden share

Italia: deferimento da UE per golden share

 

L’Unione europea ha deciso di deferire l’Italia alla Corte di giustizia Ue per la normativa sulla golden share, sostenendo che si tratta di una restrizione alla libera circolazione dei capitali.
L’Italia ha un mese di tempo per adeguarsi alla disciplina europea, in caso contrario scattera’ il deferimento.

La Golden Share e’ un diritto speciale d’intervento dello Stato su aziende privatizzate nel settore dell’energia e delle telecomunicazioni, che l’Unione Europea giudica incompatibile con il mercato unico. ”Alcuni poteri speciali assegnati allo Stato in aziende privatizzate che operano in settori strategici come le telecomunicazioni e l’energia – rileva la Commissione – costituiscono ingiustificate restrizioni al libero movimento dei capitali e alla liberta’ di stabilimento. Uno o piu’ diquesti diritti sono stati introdotti negli statuti di societa’ come Enel, Eni, Telecom Italia e Finmeccanica”.
In particolare, ricorda la Commissione, la legislazione italiana assegna allo Stato il potere di opporsi sia ad acquisizioni di quote azionarie sia alla stipula di patti di sindacato” oltre che ”il diritto di soto su alcune decisioni come fusioni o cessioni”.
Secondo Bruxelles ”questi poteri rendono gli investimenti diretti e quelli di portafoglio meno attraenti e possono scoraggiare potenziali investitori residenti negli stati membri ad acquistare azioni in queste societa”’.
Il deferimento resta sospeso per un mese: ”Gli ultimi contatti con le autorita’ italiane fanno pensare che il nodo possa essere risolto a breve. Per questo la Commissione Europea ha deciso di far slittare di un mese l’esecuzione del deferimento”.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi