Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieItalia, crisi: per 7 su 10 il peggio non è passato

Italia, crisi: per 7 su 10 il peggio non è passato

 

Un Paese che vive con grande preoccupazione le difficolta’ economiche attuali e che guarda con pessimismo al futuro. E’ questa l’Italia che il governo Monti ha appena ereditato: lo rivelano i dati dell’ottava indagine sulla crisi dell’OsservatorioConfesercenti-Ispo,

conclusasi poco prima delle dimissioni dell’esecutivo Berlusconi. Da giugno a oggi, balza dal 57% al 71% la quota di italiani assolutamente convinta che il peggio non sia passato, mentre sale dal 27% al 42% la percentuale di persone preoccupata per il futuro del suo stesso posto di lavoro. La paura colpisce giovani e adulti: il 95% degli studenti teme per il futuro del mercato del lavoro, e nella fascia d’eta’ tra i 55 e i 64 anni si diffonde il timore per la situazione economica familiare, probabilmente legata alla messa in discussione del sistema previdenziale.
Balza in alto la preoccupazione legata alla crisi: la stragrande maggioranza degli intervistati (96%) non pensa che la crisi stia finendo. Tra questi, da segnalare l’aumento degli spaventati: la percentuale di persone che non sono assolutamente d’accordo con l’idea che il peggio sia alle nostre spalle sale dal 57% di giugno al 71% di oggi.
A temere di piu’ il protrarsi della crisi sono i giovani: soprattutto quelli di eta’ compresa tra i 18 e i 24 anni (88%) e chi nella propria famiglia ha vissuto la perdita del lavoro o situazioni di cassaintegrazione (84%). Tra i pessimisti anche chi ha un titolo di studio elevato (75%) e i giovani adulti tra i 35 e i 44 anni (75%). Al sud la percentuale maggiore di pessimisti (77%), mentre sono solo il 65% nel Nord-Ovest, il 68% nel Nord-Est e il 69% al Centro.
Nel computo per categorie politiche, si dicono meno d’accordo con l’idea che il peggio sia passato soprattutto gli apolitici (79%), seguiti da chi si ascrive all’area di Sinistra/Centrosinistra (75%). Piu’ rilassati gli italiani di Destra/Centrodestra (55%) e Centro(52%). Solo il 4% degli intervistati ritiene di aver ormai superato il momento piu’ acuto di criticita’.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi