Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieItalia e EuropaItalia. Crisi, da Viminale circolare ai prefetti per fronteggiare il disagio sociale

Italia. Crisi, da Viminale circolare ai prefetti per fronteggiare il disagio sociale

Sara’ divulgata nelle prossime ore e diramata ai Prefetti di tutta Italia una circolare a firma del ministro dell’Interno Angelino Alfano che conterra’ “Linee di intervento per la promozione di iniziative positive sul piano economico e per la prevenzione del disagio sociale“, un documento scaturito dalla constatazione dell’aumento di sacche di disagio e di micro-criminalita’ causato dalla crisi economica. Il documento e’ stato presentato in anteprima questa mattina al Viminale da Giancarlo Di Vincenzo, che ha seguito l’iter del documento, alla presenza del viceministro dell’Interno Filippo Bubbico. Alle prefetture viene richiesto di implementare il proprio ruolo di raccordo tra le istituzioni e la cittadinanza e valorizzando a pieno la propria funzione di governo del territorio. In particolare, dunque, i Prefetti dovranno gestire il monitoraggio dei livelli dei servizi pubblici essenziali e l’analisi dei distretti industriali e dei comparti produttivi per delineare fattori di criticita’ e favorire cosi’ il raccordo alle fonti di finanziamento comunitario. I rappresentanti del Governo nei territori dovranno, inoltre, favorire la diffusione della tecnologia informatica al fine di facilitare i rapporti dei cittadini e delle imprese con la pubblica amministrazione, in particolare risolvendo le problematiche relative all’accesso al credito e alla segnalazione dell’arbitrato bancario, sensibilizzando sui pagamenti dei debiti scaduti della p.a. e riducendo e migliorando i tempi del rapporto fiduciario con la pubblica amministrazione. Sul fronte del contrasto all’infiltrazione della criminalita’ organizzata nell’economia legale, i Prefetti sono chiamati a promuovere la diffusione della Stazione unica appaltante e il reimpiego ottimale dei beni confiscati nella legalita’. Non dovranno mancare, inoltre, l’attenzione alle diverse forme di disagio sociale, la realizzazione di iniziative per l’integrazione degli immigrati e delle comunita’ nomadi e per la prevenzione di fenomeni di degrado ambientale, azioni di contrasto al crimine informatico, alla piccola criminalita’, alla violenza di genere, allo stalinismo e al disagio abitativo.

Print Friendly, PDF & Email