Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieItalia e EuropaItalia. Consumo acqua, quello domestico è diminuito in 10 anni: i dati

Italia. Consumo acqua, quello domestico è diminuito in 10 anni: i dati

In 10 anni (dal 2000 al 2011) il consumo domestico dell’acqua in 60 citta’ prese in esame e’ diminuito del 14,5%. Il dato e’ emerso dal IX rapporto dell’Ispra sulla qualita’ dell’ambiente urbano. Secondo l’Istituto superiore per la ricerca e la protezione ambientale, la maggiore riduzione di acqua si e’ avuta a Monza con -48,4%, seguita da Parma con -34,5% e Piacenza con -31,1%. Ha invece aumentato il consumo di acqua in casa Messina con +17,5%. Nel 2011 solo Reggio Calabria, Palermo e Messina hanno adottato misure di razionamento di erogazione dell’acqua.

La Puglia rimane la regione piu’ ‘dipendente’ dalle altre per l’acqua potabile mentre il nord Italia ne consuma di piu’, circa 247 litri per abitante al giorno. In Puglia piu’ del 60% dell’acqua destinata all’utenza proviene dalla Basilicata, e per il 36% dalla Campania. La Val d’Aosta, la Provincia autonoma di Trento, l’Abruzzo, la Sicilia e la Sardegna sono le uniche regioni autosufficienti dal punto di vista idrico mentre le regioni meridionali sono quelle con maggiori scambi d’acqua. Alla Basilicata il record dell’acqua esportata con oltre il 70% destinato alle regioni vicine.

 

Print Friendly, PDF & Email