Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieItalia e EuropaItalia. Carburanti, prezzi fermi nei prossimi giorni

Italia. Carburanti, prezzi fermi nei prossimi giorni

Prezzi dei carburanti stabili nei prossimi giorni. Lo afferma la Fisc/Anisa Confcommercio nella rilevazione settimanale ‘Meteo carburanti’. “In una settimana la quotazione internazionale dei prodotti lavorati e’ salita per la benzina di +0,7 cent/litro ed e’ discesa di -0,6 cent/litro per il gasolio. A sua volta il greggio Brent e’ diminuito in confronto al fine settimana scorso, e, con un cambio euro/dollaro in ripresa, si attesta su 83 euro/ barile rispetto agli 84 di venerdi’ scorso. Rispetto alle dinamiche dei prodotti sulla piazza internazionale del Mediterraneo, i prezzi alla pompa in Italia da venerdi’ 20 giugno sono aumentati sia per la benzina che per il gasolio, rispettivamente di +1,5 e di +1,0 cent/litro”, evidenzia Maurizio Micheli, presidente di Figisc Confcommercio. “In un mese esatto – prosegue Micheli – le quotazioni internazionali del greggio sono salite di +1,8 cent/litro e quelle dei prodotti finiti sono variate di +3,1 cent/litro per la benzina e di +1,6 cent/litro per il gasolio, mentre i prezzi nazionali alla pompa sono saliti di +3,5 cent/litro per la benzina e di +1,0 cent/litro per il gasolio. Pertanto, a meno di drastiche variazioni in piu’ od in meno delle quotazioni internazionali alla chiusura dei mercati di oggi, sussisterebbero le condizioni per prezzi fermi, con variazioni massime attorno a qualche millesimo di euro/litro”. Al monitoraggio – effettuato in collaborazione con Assopetroli-Assoenergia – dei prezzi pubblicati dalla Commissione Europea risulta che in data 23 giugno lo ‘stacco Italia delle imposte sui carburanti’ (ossia quante imposte si pagano di piu’ in Italia rispetto alla media dei 28 Paesi Ue) e’ di +24,5 cent/litro per la benzina e +24,0 per il gasolio”.

Print Friendly, PDF & Email