Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieItalia e EuropaItalia: Barclays sospende carte di credito a terremotati

Italia: Barclays sospende carte di credito a terremotati

Niente carte di credito per gli abitanti delle città colpite dal sisma in Emilia Romagna del 20 e 29 maggio. Circa una settimana fa, la banca inglese Barclays, circuito Visa, ha bloccato le carte di credito attivate ai cittadini delle zone terremotate. La denuncia arriva dal Alessandro Osti, direttore della Confesercenti di Ferrara e residente in una dei comuni danneggiati dalle scosse, che racconta su Facebook la propria esperienza, invitando a boicottare la banca. “Vado a fare rifornimento e al momento di pagare come al solito presento la carta che uso da ormai oltre 4 anni, circuito Visa ed emessa da Barclays. Stranamente la transazione mi viene rifiutata. Pago in contanti ed esco. Al pomeriggio telefono e chiedo spiegazioni”. L’uomo telefona immediatamente al numero verde del servizio clienti messo a disposizione dalla banca, ed ecco la risposta: “Lei abita in una zona dove è avvenuto il terremoto, potrebbe aver perso casa e lavoro, e potrebbe non essere più in grado di pagare gli acquisti. Per questo Barclays ha bloccato le carte di chi abita in queste zone”. Contattato dal fattoquotidiano.it, un operatore del call center della banca conferma. “È vero. Tanti clienti delle zone terremotate non sono stati capaci di pagare la rata mensile. Per questo la banca ha deciso di bloccare tutte le carte attivate in quei comuni, in via precauzionale. È stato fatto per evitare che il sistema caricasse gli interessi a danno del cliente”. Secondo l’istituto dunque si tratterebbe di una misura presa in via precauzionale per salvaguardare il cliente, dal momento che ci sono stati alcuni casi di insolvenza tra le persone danneggiate dalle scosse. L’operatore del call center ci tiene però a precisare: “Per riattivare la propria carta basta richiamare domani, dicendo di non aver avuto danni”
Di “possibile errore”, un “evento accidentale”, parlano all’ufficio stampa dell’istituto di credito. La dottoressa Mercurio, in procinto di inviare una nota ufficiale, anticipa la posizione della banda usando queste parole. E aggiunge: “Abbiamo bloccato il recupero crediti delle carte già in sofferenza e l’abbiamo fatto per tutelare i clienti delle zone colpite. Lo stesso abbiamo fatto, come altre banche, per chi ha è andato in sofferenza solo in quest’ultimo mese, preso da problemi ben più gravi che ricordarsi l’uso della carta di credito. Può darsi però che un errore si sia verificato. Stiamo procedendo con controlli al nostro interno per vedere se è questo il caso”.
Una delle banche internazionali più importanti al mondo, la Barclays ha sede ha Londra ed è la terza banca inglese e la settima in Europa per capitalizzazione. In Italia è presente con 200 filiali e 84 negozi e ha più di mezzo milione di clienti.

Print Friendly, PDF & Email