Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieItalia e EuropaItalia. Banche, comitato azzerati: rischio 2mila esclusi da arbitrato

Italia. Banche, comitato azzerati: rischio 2mila esclusi da arbitrato

Con gli attuali criteri indicati dal governo per gli arbitrati c’è il rischio che “2mila risparmiatori” vengano esclusi dalla procedura. Lo denuncia il comitato ‘Risparmiatori azzerati del salva-banche’ che domani sarà in audizione in commissione Finanze del Senato. Se il dpcm venisse approvato così com’è, dicono Silvia Battistelli e Alvise Aguti, “esclude dall’accesso sia chi abbia acquistato le obbligazioni subordinate presso altre banche, sia quelli che hanno acquistato allo sportello della banca, ma non nell’ambito di un rapporto negoziale diretto con la banca. Si parla, infatti, di almeno 2000 risparmiatori che, ingiustamente e all’insegna dell’assurdità, saranno esclusi dalla possibilità di accedere all’arbitrato, ovvero la sede creata ad hoc nella quale ogni risparmiatore può dimostrare di aver acquistato in mancanza di correttezza e trasparenza per riottenere il 100% del proprio patrimonio, andato in fumo con il decreto Salva-Banche”. L’audizione, aggiungono, sarà anche l’occasione per “contestare la disparità di trattamento tra gli obbligazionisti di Mps e quelli delle 4 banche. L’obbiettivo sarà quello di evidenziare come di fatto tutte le ipotesi o tentativi, ostentati in primis dal Ministro Padoan, e che cercano di giustificare o avvallare un trattamento diverso siano nulle. Infatti, sia per Banca Etruria & Co. che per Montepaschi è stato utilizzato a valle della risoluzione o della ricapitalizzazione preventiva il medesimo strumento europeo del Burden Sharing e se nessuna normativa europea vieta l’acquisto delle azioni agli ex obbligazionisti Mps con la finalità di rimborsarli, ergo nessuna normativa europea vieta un rimborso (senza paletti di data, reddito..) agli obbligazionisti azzerati delle 4”.

Print Friendly, PDF & Email