Ultime Notizie
HomeTutte le agenzieUfficio StampaItalia: agli ultimi posti per spesa fondi, servono misure straordinarie

Italia: agli ultimi posti per spesa fondi, servono misure straordinarie

Gli eurodeputati del Pd, in un’interrogazione alla Commissione, lanciano l’allarme sullo stato della spesa dei fondi strutturali europei.

 

 Un problema che tocca diversi Paesi ma che vede l’Italia, spiegano, attestata al 9,5%, superata per velocità e capacità di spesa da tutti gli Stati membri, con la sola eccezione di Romania e Bulgaria.Nell’interrogazione la delegazione del Pd sottolinea come tale situazione sia stata determinata dalla crisi economica, ma punta il dito, soprattutto per ciò che riguarda l’Italia, anche sulla mancata esclusione delle risorse di cofinanziamento a carico degli enti locali dal patto di stabilità, nonostante i richiami dell’Europa. Una situazione grave e paradossale per la quale, ad esempio, si rileva nell’interrogazione, i Comuni che hanno progetti in cantiere si trovano nell’impossibilità di portarli a realizzazione.Il rischio concreto, evidenzia la delegazione del Pd, è di un disimpegno totale dei fondi strutturali. Per scongiurare tale eventualità, gli europarlamentari chiedono alla Commissione di adottare misure straordinarie, quantomeno in via transitoria in questo periodo di crisi, come l’aumento della quota europea di cofinanziamento per alleggerire il peso che grava sulle spalle degli enti locali. Nell’interrogazione, inoltre, i deputati europei del Pd da un lato chiedono l’introduzione di strumenti di flessibilità per concentrare le risorse su alcuni progetti prioritari, dall’altro domandano alla Commissione di riferire su quali misure siano state adottate dalle Regioni e dagli Stati membri più colpiti dal rischio del disimpegno dei fondi.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi